Il campionato di Serie B sta ancora aspettando un padrone e il nostro pronostico è che lo stia per trovare. Empoli e Palermo si fronteggiano a distanza in due match casalinghi che non possono permettersi di fallire, visti i recenti saliscendi di rendimento. E, in attesa di un regalo del Pescara, si preparano all’allungo in classifica.

Palermo-Cittadella 1: quota 1,50

Il pareggio di Lanciano ha il sapore di un’occasione sprecata, perché con i 3 punti i rosanero di Iachini avrebbero acciuffato la vetta del torneo: questo è il primo valido motivo per puntare su un pronto riscatto del Palermo, nel match casalingo contro il Cittadella. Un altro valido motivo è rappresentato dal fatto che i veneti non vedono uno straccio di vittoria da due mesi spaccati, che in generale hanno vinto solo una volta su 8 lontano dalle mura amiche e che attualmente giacciono in piena zona playout.

Bari-Carpi under 2,5: quota 1,68

Il pareggio stentato di Castellammare di Stabia, al cospetto del fanalino di coda del campionato, ha smorzato gli entusiasmi circa le velleità di rimonta di una squadra, il Bari, che sembrava finalmente essersi incanalata nella giusta direzione, dopo un ottobre da tregenda. Il Carpi, da parte sua, continua la sua corsa sull’ottovolante: 3 vittorie e 3 sconfitte nelle ultime 6 uscite e soli 2 pareggi in 17 giornate. Risultato abbastanza indecifrabile, ma ci piace la statistica realizzativa: entrambe segnano poco (17 gol il Bari, 15 il Carpi). Andiamo con l’under

Juve Stabia-Novara goal: quota 1,80

Grazie al pareggio contro il Bari, la Juve Stabia è tornata a muovere la classifica dopo 3 kappaò consecutivi: poco, forse, per sperare ancora in una salvezza al momento lontana 10 punti. Ma con una vittoria contro il Novara, che di punti ne ha 9 in più, be’, le cose potrebbero anche cambiare (a patto che Calderoni non faccia altri errori esiziali, come contro i biancorossi). D’altra parte, giusto settimana scorsa i piemontesi hanno riassaporato contro il Modena il gusto dei 3 punti che mancava loro da un’eternità, più precisamente dal 14 settembre scorso. Partita complessa, insomma, anche perché la squadra di Pea non ha mai vinto in casa e quella di Calori mai in trasferta. In compenso, vantano (si fa per dire) rispettivamente la peggiore e la terza peggior difesa del torneo. Il segno goal ci sembra il più invitante

Empoli-Cesena 1: quota 1,70

Non solo il Cesena non ha mai vinto a Empoli nella sua storia (9 incontri, 5 sconfitte e 4 pareggi), ma sono esattamente 14 anni e 3 mesi, o circa 5200 giorni se più vi piace, che non si toglie la soddisfazione di segnare un gol al Castellani: l’ultimo bianconero a riuscirci è stato Baronchelli, il 26 settembre del 1999, un millennio fa. Basterebbero queste statistiche storiche a far pendere la bilancia dalla parte di Ciccio Tavano (foto by InfoPhoto) e compagni; se poi ci mettiamo che l’Empoli è capolista (nonostante i due pareggi consecutivi), mentre la squadra di Bisoli naviga ai margini della zona playoff e non vince dal 2-1 al Bari di metà ottobre, allora il segno 1 si materializza con una certa nitidezza

Modena-Brescia X: quota 2,90

Il Brescia, indiscussa regina dei pareggi (11 in 17 gare), settimana scorsa si è preso una pausa, battendo per 2-1 la derelitta Reggina di Atzori. Il Modena, da parte sua, è riuscita nell’impresa di far tornare alla vittoria il Novara, che non metteva insieme 3 punti tutti in una volta da settembre. Difficile che i canarini, pur in evidente involuzione (3 punti nelle ultime 5 gare), concedano il bis al cospetto di un’altra squadra allergica alla vittoria, soprattutto in virtù di uno score interno positivo (17 punti dei 21 totali sono stati conquistati al Braglia). Andiamo con un segno X, rischioso ma assolutamente nelle corde di un match come questo

Multiplo a cinque eventi che paga circa 23 volte la posta.