Dopo il positivo intermezzo europeo, che ha fatto registrare quattro vittorie e un pareggio per i club italiani, torna la Serie A con le gare della quarta giornata, un turno di quelli da segnare sul calendario in matita rossa, con ben due match di alta classifica: il derby di Roma, in programma domani pomeriggio alle ore 15, e il posticipo domenicale di San Siro che metterà di fronte Milan e Napoli. Oggi, invece, sarà il turno di Cagliari-Sampdoria e Chievo-Udinese, alle ore 18, mentre questa sera andrà in scena Genoa-Livorno. Ecco i nostri consigli per il multiplo:

Roma-Lazio goal: il derby è il derby, e quello di Roma è più derby degli altri. Match imprevedibile per eccellenza e carico di tensioni che vanno ben al di là dei tre punti in palio, questo Roma-Lazio presenta i giallorossi come favoriti d’obbligo, visto il primato in classifica in coabitazione con il Napoli, frutto di tre vittorie in altrettante gare e di un entusiasmo nuovo, dopo una delle estati più turbolente della recente storia romanista. Totti vorrà festeggiare il biennale con un gol, ma di fronte c’è una Lazio che sembra aver ritrovato il passo dopo un inizio stentato e che fiuta l’aggancio in classifica. Attacchi in salute, puntiamo sul goal. Quota media: 1.60

Milan-Napoli goal: per i partenopei, il tabù di San Siro sponda rossonera dura da ben 27 anni, calcisticamente un’era geologica. Per rendere l’idea: Maradona non aveva ancora vinto il Mondiale, Berlusconi aveva appena comprato il Milan. Eppure, legge dei grandi numeri a parte, è difficile immaginare un momento più propizio di questo perché la maledizione si spezzi: la squadra di Benitez è prima in classifica, gioca benissimo e contro il Borussia Dortmund ha fatto il pieno d’entusiasmo e autostima; i rossoneri, invece, hanno salvato le penne in extremis contro Torino e Celtic, non proprio due all-star. Balotelli da una parte, il terzetto Higuain-Hamsik-Callejon dall’altra: al di là del risultato, anche in questo caso quel che sembra sicuro è il goal, quotato mediamente a 1.60

Juventus-Verona 1 primo tempo: due pareggi consecutivi, per quanto diversi tra loro nella forma e nella sostanza, sono un fatto abbastanza anomalo per la Juventus. Soprattutto quello contro il Copenhagen non è stato ben digerito dall’ambiente e men che meno da Antonio Conte. Facile prevedere una reazione furibonda da parte dei campioni d’Italia, che proveranno ad azzannare il Verona sin dalle prime battute. Il vantaggio bianconero dopo i primi 45’ è quotato in media 1,40 e noi andiamo con questo.

Catania-Parma 1: che fine ha fatto il miglior Catania della storia, quello che, solo pochi mesi fa, concludeva un campionato da urlo ai margini della zona-Europa? Non può essere sparito nel nulla, nonostante un inizio di stagione drammatico da zero punti in tre gare. Ma siccome il Parma non sta messo meglio (un pari e due sconfitte), noi andiamo col riscatto etneo, facendoci ingolosire dalla una quota media pari a 2.10

Sassuolo-Inter 2: non c’è bisogno di tirare in ballo l’effetto-Thohir per vedere l’Inter di Mazzarri prendersi d’autorità i tre punti contro la principale candidata al ruolo di Cenerentola 2013-2014. I nerazzurri sono in buone condizioni, hanno ritrovato gioco e soprattutto spirito, e sentono che un campionato d’alta classifica è alla loro portata. Il mezzogiorno della domenica è sovente foriero di sorprese, ma non è una considerazione sufficiente per distoglierci dal 2, quotato in media 1.75

Il nostro multiplo a cinque eventi paga in tutto 15 volte la posta. Le insidie ci sono, ma il gioco vale la candela.