Pronostici della 30.a giornata di Serie A che si presenta sotto forma di turno infrasettimanale spalmato su tre giorni, dall’anticipo di stasera Roma-Torino fino al posticipo di giovedì tra Inter e Udinese, passando per un mercoledì sera da vivere intensamente, con ben 8 partite in contemporanea. Occhi puntati sul match tra Juventus e Parma, interessante per la lotta (?) scudetto quanto per la corsa a un posto in Europa League, ma soprattutto lo scontro diretto tra le squadre migliori del 2014. Situazione calda anche a Firenze, dove si aspetta il piccolo Milan per rifarsi sonoramente della beffa dell’anno scorso. Ecco il nostro consiglio per il multiplo:

Atalanta-Livorno 1: quota 1,75

Checché ne dica Mazzarri, l’Atalanta è squadra molto più pericolosa in casa che fuori (anche se poi contro l’Inter ha vinto sul serio). I ragazzi di Colantuono vivono un momento magico, 4 vittorie consecutive e una classifica che li vede molto più vicini alla zona Europa (-7) che al terzultimo posto (+16), occupato proprio dal Livorno. E quale occasione migliore per chiudere definitivamente i conti, aprendo scenari imprevedibili per il finale di stagione?

Cagliari-Verona X: quota 3,30

7 sconfitte, 2 pareggi e 2 vittorie, per un totale di 8 punti, nelle ultime 11 partite. Questo il desolante score di Cagliari e Verona dal 12 gennaio in avanti: solo Catania e Sassuolo hanno fatto peggio in Serie A. La classifica dei veronesi resta comunque più che positiva, la salvezza è giunta da tempo e un certo rilassamento è in qualche modo giustificabile; più preoccupati dovrebbero essere i rossoblu, che conservano solo 5 punti di vantaggio sul Livorno. In una situazione del genere, ci torna in mente il “meglio due feriti che un morto” di Buffoniana memoria e andiamo con il segno X

Sassuolo-Sampdoria X2: quota 1,44

Citare Dante porta male (0-3 a Bergamo), citare Shakespeare molto meglio (5-0 al Verona): in attesa di conoscere il prossimo excursus letterario di Sinisa Mihajlovic, ci limitiamo a far notare come la Samp non pareggi da ben 8 partite e che il Sassiolo non possa assolutamente permettersi di perdere, pena l’addio quasi certo alla Serie A. Un x2 ci suona molto bene

Juventus-Parma under 3,5: quota 1,40

Ci siamo quasi annoiati di sciorinare gli incredibili numeri che stanno mettendo insieme, con le debite proporzioni ovviamente, entrambe le squadre, le migliori del 2014 in Serie A. Basti dire che la Juve non perde da 21 partite, segna ininterrottamente da più di un anno, nelle ultime 9 uscite ha beccato un solo gol; mentre i ducali sono imbattuti da 17 match – ultima sconfitta, il 2 novembre contro la Juventus, pensa un po’ – e hanno vinto le ultime 5 trasferte disputate. Ipotizzare quale serie statistica è destinata a interrompersi è un gioco troppo difficile. Ipotizzando che i bianconeri potrebbero optare per un po’ di turnover, visto il calendario durissimo (Parma-Napoli-Lione in una settimana), le assenze (Barzagli e Ogbonna) e i giocatori in diffida (Tevez e Llorente), e che il Parma pure dovrà pensare a controllare le forze in vista del tour de force che l’aspetta prossimamente, recupero con la Roma compreso, possiamo pensare a un match chiuso e a punteggio basso

Fiorentina-Milan 1: quota 2,15

Eliminata dall’Europa League, troppo staccata per inseguire la zona Champions League: la Fiorentina di Montella non ha più molto da chiedere a questa Serie A, se non utilizzarla come preparazione alla finale di Coppa Italia del prossimo 3 maggio contro il Napoli. O forse un obiettivo c’è ancora: massacrare il Milan,vendicando così i presunti torti della stagione 2012-2013. I rossoneri hanno strappato un punticino contro la Lazio, ma non c’è altro da salvare della spaventosa gara dell’Olimpico, e men che meno di questa stagione. O forse qualcosa da salvare c’è ancora: la panchina di Seedorf. Sarà una motivazione sufficiente? Improbabile

Un multiplo a 5 eventi che vale circa 26 volte la posta scommessa

LEGGI ANCHE:

Maurito, la dedica che fa arrabbiare Mazzarri

L’occhiolino del Mancio al Milan

Prandelli resta cittì