Confedarations Cup agli atti finali. Dopo la fase a gironi si passa all’eliminazione diretta che porta alla finalissima. Brasile padrone di casa che affronta il temibile Uruguay di Cavani e Suarez. Una sfida che ai verdeoro riporta sempre alla memoria i fantasmi di quella scottantissima caduta nella finale del campionato Mondiale del 1950 davanti ad oltre 100mila del Maracana in cui l’Uruguay si impose per 2-1 con i gol di Schiaffino e Ghiggia che ribaltarono il vantaggio iniziale del Brasile a firma di Friaca. Celeste campione del mondo in faccia al pubblico brasiliano e carioca all’inferno.  Da allora in competizioni ufficiali altri 13 confronti con 7 successi del Brasile, 3 conti pari e 3 successi dell’Uruguay, ultimo quello del 1°luglio 2001 durante le qualificazioni ai Mondiali del 2002, 1-0 per la Celeste. Incrocio più recente quello del 6 giugno 2009 qualificazione a Sudafrica 2010. Secco 4-0 per l’allora nazionale guidata da Dunga a Montevideo. E alla guida del ct Scolari Neymar e compagni possono tranquillamente far ancora loro la partita e raggiungere la finale. Ma l’Uruguay un gol te lo infila sempre. Da qui la proposta di una giocata con segno over a 2,5 per la quale potete scegliere su http://www.sportscommesse.org/ il bookmakers con la quota più appetitosa.

Italia con i cerotti e le ossa rotte dopo la pirotecnica sconfitta con il Brasile che si appresta ad affrontare una Spagna (foto by infophoto) a dir poco surreale. Campione del Mondo e Campione d’Europa in carica il plotone delle furie rosse dopo aver massacrato gli azzurri per 4-0 proprio nella finale degli Europei 2012 giunge alla super sfida con la nazionale di Prandelli con un cammino netto di 3 vittorie 15 gol segnati e solo uno subito. Ultimo successo in una partita ufficiale dell’Italia opposta alla Spagna che rimane incorniciato nel 2-1 firmato Dino e Roberto Baggio ai Mondiali Usa del 1994. Una Spagna troppo forte un Italia in affanno. Una rotonda vittoria dei ragazzi di Del Bosque 2-0, 3-1, con l’1 con handicap consigliato che mediamente ha quote al raddoppio.

Publiredazionale