Questa sera alle ore 21.05 si giocano le gare di andata delle semifinali di Europa League e i pronostici di entrambe le partite sono praticamente un obbligo. Okay, “multiplo” è forse una parola grossa, ma come sempre ecco il nostro consiglio:

Siviglia-Valencia 1: quota 1,80

Quinta contro ottava nella Liga, non esattamente due superpotenze, che tuttavia in questa competizione si fanno valere spesso e volentieri. Gli andalusi, allenati dall’ex Unai Emery (al Valencia dal 2008 al 2012), stanno attraversando un periodo molto positivo, avendo vinto 7 delle ultime 8 partite (unica sconfitta, il clamoroso kappaò interno contro il Betis), mentre il Valencia procede a strappi. I bianconeri sono una squadra imprevedibile, capace di vincere al Camp Nou nonostante un rendimento esterno deficitario, o di schiantare per 5-0 il solido Basilea dopo aver perso 3-0 all’andata. Le statistiche ci dicono anche che il Valencia non espugna il Pizjuan da 10 anni. E noi seguiamo la tradizione

Benfica-Juventus X: quota 3,25

Giusto domenica, in seguito al 2-0 rifilato all’Olhanense, il Benfica si è laureato campione del Portogallo per la 33esima volta. Dal canto suo, la Juventus dovrà aspettare ancora un po’ per festeggiare il suo 30esimo scudetto, anche se non si andrà oltre la decina di giorni. Fatto sta che si parla di due squadre al vertice dei rispettivi movimenti e che, curiosamente, si sono sempre trovate molto più a loro agio in campionato che in Europa. I 4 precedenti parlano a favore dei lusitani, che hanno vinto 3 volte e perso una, anche se a passaggi del turno siamo perfettamente in parità. Lo score stagionale del Benfica fa paura: solo 3 sconfitte in tutto l’anno, di cui 2 nei gironi di Champions e una alla prima giornata di campionato, imbattuta dal 5 novembre in avanti, non ha mai perso in casa. Non che la Juve sia da meno, sia chiaro, anzi confidiamo nel passaggio del turno della squadra di Conte. Ma se lo guadagneranno al ritorno

Un mini-multiplo che paga circa 6 volte la posta

LEGGI ANCHE:

Sanchez vicino alla Juve

Barcellona graziato