Presidenza della Fifa a turno come accade per l’Unione Europea. E’ l’idea proposta da Domenico Scala, il presidente della commissione elettorale della Fifa, in un’intervista rilasciata al Financial Times.


Uefa a Platini: fiducia a termine

Scala parte da una considerazione: ‘Perché dovremmo eleggere una persona che finirà per restare in carica per otto o dodici anni e non cercare di avere una presidenza che cambia ogni quattro anni??.

Una mossa utile per fare in modo che un singolo individuo non rimanga incollato ad una poltrona finendo per incamerare potere pressoché illimitato.

‘Per quale motivo dovremmo avere un europeo in carica per dodici anni?’ si chiede ancora Domenico Scala ‘La presidenza della Fifa dovrebbe ruotare ogni quattro anni con un turno che, di volta in volta, spetta a ciascuna delle sei confederazioni’.

La commissione riforme della Fifa ha per il momento proposto un tetto di tre mandati (12 anni) per ogni presidente che dovràavere un massimo di 34 anni al momento delle elezioni.

Domenico Scala ha parlato anche del caso Platini, che nel 2011 ha ricevuto un pagamento di 2 milioni di euro da Blatter per dei serviziofferti nove anni prima.

Scala parla esplicitamente di un accordo in nero tra i due. ‘Quello che è grave’,spiega sempre al Financial Times il presidente della commissione elettorale della Fifa ‘è che entrambi parlano apertamente di un accordo di 2 milioni di euro, nei bilancio della Fifa, però, non c’è traccia del passaggio di questi soldi. Si può parlare di falsificazione dei conti’.

La questione diventa sempre più grave ed ha posto la candidatura dell’ex stella della Juventus in bilico. La Uefa attende il parere di Comitato Etico Fifa, Commissione d’Appello e Tribunale Arbitrale dello Sport‘ enti ai quali ha chiesto di emettere una sentenza entro la metà di novembre, prima di dare il via libera alla candidatura di Platini.