La 15.giornata della Premier League conferma il Manchester City nel ruolo di principale antagonista del Chelsea, sempre al comando ma con un vantaggio sceso ad appena tre lunghezze. I Citizens possono sorridere per la vittoria contro l’Everton arrivata grazie a un gol di Yaya Touré, anche se l’infortunio di Augero rischia di pesare non poco negli equilibri del gioco di Pellegrini, che dovrà fare a meno del suo bomber sia nella decisiva sfida di mercoledì in Champions League contro la Roma, sia per le gare successive.

In casa Blues José Mourinho è chiamato a lavorare sul morale dei suoi ragazzi dopo il 2-1 subito sul campo del Newcastle, compagine che si conferma una delle più difficili avversarie per il tecnico portoghese. Nell’incontro di sabato il Chelsea è apparso meno brillante del solito, dando vita a un match equilibrato che solo nel secondo tempo si è risolto a favore degli uomini di Pardew, con Cissé autore di una doppietta seguita dall’inutile gol del 1-2 di Drogba.

E ininfluenti sono stati anche i gol di Cazorla e Ramsey, che non hanno evitato all’Arsenal la sconfitta per 3-2 contro lo Stoke City. Nella serie di pareggi per 0-0 di questo turno di Premier League vanno inclusi Tottenham-Crystal Palace ed Hull City-West Bromwich, con l’aggiunta del Liverpool bloccato dal Sunderland e con un Mario Balotelli che i media britannici descrivono sempre più ai margini del gruppo.

Bene l’Aston Villa contro il Leicester (2-1 il risultato finale), mentre fa festa il West Ham, lanciato momentaneamente al terzo posto grazie al netto 3-0 rifilato allo Swansea. Per gli Hammers e i suoi tifosi gli occhi sono adesso puntati sul Southampton impegnato stasera all’Old Trafford contro il Manchester United. In coda sono arrivati invece tre punti fondamentali per il Queens Park Rangers contro una rivale diretta come il Burnley.