La 13.a giornata della Premier League 2014/15 consegna al Manchester City il ruolo di principale rivale del Chelsea. Infatti, con la vittoria per 3-0 in trasferta (gol di Yaya Touré, Lampard e Clichy) contro il Southampton, gli uomini di Manuel Pellegrini hanno scavalcato proprio la squadra di Pellè portandosi in seconda posizione a sei lunghezze dai Blues, fermati sabato sullo 0-0 dal Sunderland.

È bastata una rete di Danny Welbeck all’Arsenal per avere la meglio sul campo del WBA in un incontro molto equilibrato, con i padroni di casa che ci hanno provato fino alla fine senza riuscire però ad andare oltre alla traversa colpita da Berahino. Dopo le fatiche della coppa, rivede la luce in Premier League il Liverpool che, con Mario Balotelli ancora assente per infortunio, ha fermato la serie di tre sconfitte consecutive battendo per 1-0 lo Stoke City con un colpo di testa di Johnson quando a una manciata di minuti dalla fine.

Il Manchester United prosegue invece il suo ritorno nelle zone alte della classifica superando nettamente l’Hull City per 3-0 grazie ai gol di Smalling, Rooney e Van Persie. Gli uomini di Van Gaal sono riusciti in questo modo ad agguantare il quarto posto e a tenersi dietro un arrembante West Ham, vittorioso contro il Newcastle con una rete di Cresswell.

Successo in rimonta per il Tottenham contro l’Everton, passato in vantaggio con Mirallas ma raggiunto e superato dalle prodezze di Eriksen e Soldato, mentre il QPR è riuscito a far suoi tre punti fondamentali in ottica salvezza grazie al 3-2 rifilato al Leicester. Non si va oltre a due pareggi per 1-1 negli incontri Burnley-Aston Villa e Swansea-Crystal Palace.