A vederlo non si direbbe, con quella capigliatura che sta a metà strada tra l’Ametrano di Carlo Verdone e un nido di cicogna, eppure Marouane Fellaini (foto by InfoPhoto), centrocampista dell’Everton, fa impazzire le donne peggio di Cristiano Ronaldo, Lenny Kravitz e Dioniso messi insieme. A tal punto che il poveretto ha dovuto cambiare città per sfuggire all’orda di fameliche ammiratrici.

Non potevo più vivere a Liverpool. Per strada mi riconoscevano tutti e le donne mi saltavano letteralmente addosso. Quel tipo di celebrità non mi interessa. A Manchester sto meglio, c’è più rispetto”.

Una scelta che un qualunque maschio, non necessariamente Alfa, troverebbe quantomeno bislacca, dal momento che la sovrabbondanza di femmine sessualmente ricettive non è generalmente considerata una calamità come la peste suina o le locuste. A meno che non c’entri qualcosa la fidanzata di Fellaini, la starlet belga Lara Binet. Come la moglie di Zidane impose al marito di trasferirsi in una città di mare (Madrid…), ecco che la compagna di Fellaini obbliga la sua capelluta metà a muoversi in una città a basso tasso estrogenico. Da un certo punto di vista, sembra l’unica spiegazione accettabile.