Prandelli resterà ct dell’Italia anche dopo i Mondiali. L’indiscrezione arriva dalla Gazzetta dello Sport secondo cui il selezionatore azzurro è disposto a restare per altri quattro anni alla guida della Nazionale ma solo a determinate condizioni. La scelta ribadita a più riprese di tornare al lavoro di campo in un club non è sfumata all’improvviso. Semplicemente Prandelli ha elaborato che tra una professione più gratificante e l’orgoglio di sentirsi primo allenatore d’Italia non c’è poi così grande contraddizione. A patto che da commissario tecnico possa diventare “commissario unico”. Tradotto: seguire in prima persona, sul campo e con il suo staff, la Nazionale maggiore e quelle giovanili – a partire dalla Under 15 – per uniformarle nei metodi e nello spirito.

Prandelli vuole curare in prima persona la crescita dei ragazzi creando un serbatoio di giovani talenti e allo stesso tempo appagare il suo bisogno di campo lasciando agli altri il tempo speso in convegni ed impegni di rappresentanza federale. Il piano, sulla scia del modello vincente di Spagna e Germania, presuppone un appoggio totale della Federcalcio in termini di scelte e investimenti. Servono, infatti, almeno tre centri federali distribuiti su tutta la penisola per una gestione più razionale di stage e raduni delle diverse rappresentative. L’obiettivo (e la sfida) è far comprendere ai club che un’educazione così metodica dei talenti italiani tornerà a vantaggio, oltre che delle rappresentative nazionali, anche delle stesse società, accrescendone il loro valore.

Dunque la palla ora passa al presidente federale Abete: se il faccia a faccia dovesse fare emergere troppa distanza tra le parti, Prandelli rinuncerà al rinnovo e potrebbe restare fermo in attesa del progetto giusto. Che, saltato il Tottenham, potrebbe chiamarsi Inter già dalla prossima stagione. Se Thohir decidesse di privarsi di Mazzarri sarebbe intenzionato a fare rotta sul 56enne tecnico fiorentino di cui apprezza la cura dei giovani e il calcio coraggioso. Dopo l’amichevole con la Spagna del 5 marzo la decisione sarà comunicata ufficialmente alla Federcalcio.

LEGGI ANCHE:

Sorteggi gironi Euro 2016: Italia sfortunata, ci tocca la Croazia

Euro 2016, arriva la Settimana del Calcio

Euro 2020, Milano e Roma in corsa

L’Europeo itinerante, ecco come funzionerà