Ed eccoci qui a commentare un Girone F davvero incredibile: dopo la vittoria dell’Ungheria ai danni dell’Austria per 2-0 nella partita delle 18.00, l’Islanda ferma sul pari la squadra di Cristiano Ronaldo. Si chiude 1-1 la partita tra Portogallo-Islanda. Una partita che ha messo in mostra la qualità in palleggio e velocità della squadra allenata dal Commissario Tecnico Santos ma che ha evidenziato l’assenza del talento di CR7, assolutamente insufficiente la sua prova. Il sogno dell’Islanda continua e dimostra come i suoi pregi siano anche i suoi difetti: tanto fisico, lanci lunghi e colpi di testa. Bjarnason, nel secondo tempo, a risposto alla rete di Nani e ha sancito il pareggio tra Portogallo-Islanda.

La nazionale portoghese è piena di talento e di giocatori esperti, la coppia centrale Pepe-Carvalho ne è un esempio. Anche gli esterni Nani e Ronaldo, che in questa squadra ricopre anche il ruolo di prima punta, dimostrano la qualità della compagine di Santos ma quest’oggi è mancata un po’ di lucidità sotto porta. Il portiere islandese Halldorsson ha dimostrato, seppur in maniera goffa, di saper stare in porta e di avere degli ottimi riflessi. In particolare, il portiere, ha dimostrato grande posizionamento sul colpo di testa di Nani nel primo tempo, prima del vantaggio portoghese firmato proprio da Nani qualche minuto dopo, e su altre conclusioni come su Ronaldo e Quaresma, il giocatore del Besiktas è entrato nel secondo tempo.

L’Islanda, dal canto suo, è arrivata all’europeo come la squadra della favola, un po’ come il Leicester City di Claudio Ranieri, per affrontare il primo impegno continentale della sua storia ed ha subito impressionato per dinamismo, fisicità e grinta. La squadra del Commissario Tecnico Lars Lagerbäck ha dimostrato come sia possibile imprimere un gioco semplice, con poca qualità e poche soluzione tecnico-tattiche, e si possa ugualmente, grazie alla tenacia e alla dedizione, arrivare ad impensierire una squadra forte come quella lusitana.

Anzi, dopo l’occasione di Cristiano Ronaldo, molto sottotono, e il tiro di Quaresma, la palla gol più ghiotta è capitata sui piedi del neo entrato Finnbogason che dopo aver fintato e messo a sedere Carvalho, si sposta il pallone sul sinistro ma colpisce il con poca precisione e troppa potenza, Rui Patricio para senza grossi problemi la conclusione del giocatore islandese. Si chiude 1-1 Portogallo-Islanda.

Il Meglio

Nani è stato il migliore in campo. Oltre al gol ha giocato una partita di sacrificio oltre che di qualità, sempre pronto ad aiutare i compagni ma anche a puntare la difesa islandese nell’uno contro uno. La squadra non è riuscita a dare il giusto supporto al giocatore del Fenerbahce, già in forza al Manchester United e allo Sporting Lisbona. Voto 7.5

Il Peggio

L’errore di Vieirinha sulla rete di Bjarnason che regala il pareggio ed il primo gol storico in una competizione continentale come l’Europeo è da principiante. Il gioco è stata caparbiamente portato sulla destra e Bjarnason, ex Pescara, arretra e si allarga mentre il terzino sinistro del Portogallo stringe la sua posizione al centro senza seguire il movimento alle spalle del centrocampista islandese che riceve un ottimo pallone dal suo compagno e lui deve solo spingere in rete. Voto 5