Un sito pornografico come main sponsor di una squadra professionistica italiana: quello che sembra un ottimo soggetto per un revival della commedia anni Settanta è invece una prospettiva concreta e tremendamente reale. E’ di questa mattina la notizia che Pornhub, il celebre sito di intrattenimento per adulti americano, sta pensando seriamente di entrare nel mercato sportivo nazionale a partire dalla prossima stagione. “Abbiamo cercato di pensare ad un modo significativo per coinvolgere la nostra vasta community italiana”, ha dichiarato Corey Price, vicepresidente di Pornhub, “e questa sembra essere la via più adatta”. 

Già l’anno scorso una squadra universitaria britannica, i Rutherford Raiders, si erano offerti come cavia per questo avveniristico esperimento di marketing. La cosa era nata come uno scherzo su Facebook ma si era rapidamente trasformata in un progetto reale, trovando l’entusiastica approvazione di Pornhub e l’altrettanto entusiastica opposizione dell’Università del Kent: la direzione del college si mise di traverso, intimò ai Raiders di non scendere in campo con quella divisa griffata, pena la squalifica dal campionato.

Nonostante il mancato happy ending, l’idea dev’essere sembrata valida ai pornoimprenditori, talmente valida che ora sono loro ad aver preso l’iniziativa, ingolositi dalla possibilità di estendere le proprie zampe sul fertile mondo dell’attività agonistica non intrinsecamente erotica. Si tratta di un vero e proprio contest: qualunque squadra appartenente a una qualunque federazione sportiva potrà inviare la propria candidatura all’indirizzo sponsorizzazione@pornhub.com entro e non oltre il prossimo 30 novembre. Il team selezionato vincerà un contratto di sponsorizzazione della durata di un anno, con il quale Pornhub s’impegnerà a coprire tutte le spese sostenute dalla squadra in cambio del suo bel logo sulle magliette. E vediamo se qualcuno, nel paese in cui il presidente della Federcalcio salta da una gaffe sui neri a una sugli ebrei, avrà il coraggio di appellarsi al senso morale.