Polemiche e farneticazioni, ma soprattutto polveroni.

Il calciomercato è da sempre oggetto di tutto questo: verità attendibili o meno, fatti concreti e non, un cumulo esplosivo di dichiarazioni e tante parole a volte  poco eleganti.

Davvero di scarso stile come quelle espresse in giornata dal Presidente del San Paolo nei confronti della SSC Napoli e del suo modo di condurre gli affari.

Il trequartista Ganso, protagonista della contesa, e Carlos Miguel Aidar, patron della squadra brasiliana, che si lascia andare ad affermazioni superficiali e troppo aderenti i classici “luoghi comuni” sul club, sulla città, sul popolo partenopeo.

Di certo quanto accaduto in Coppa Italia ha contribuito a danneggiare l’immagine del capoluogo campano, ma non ci si aspettavano epiteti così forti.

Non poteva dunque mancare la replica da parte della società azzurra che, sul proprio portale ufficiale, ha espresso un pensiero riguardo alla vicenda mediante un comunicato.

“In merito alle dichiarazioni del Presidente del San Paolo, che ha offeso l’immagine e la storia di una Società gloriosa e prestigiosa come quella della SSC Napoli, l’unica cosa che possiamo dire è che ognuno si qualifica per quello che fa e che dice.

Le sue affermazioni non meritano un’attenzione maggiore di quanto non ne abbiamo concessa con questa breve nota. A margine di ciò aggiungiamo che, naturalmente, non c’è mai stata alcuna trattativa per il calciatore Ganso che non ci interessa.

In ogni caso le offensive e farneticanti dichiarazioni del sig. Carlos Miguel Aidar sono già al vaglio dell’ufficio legale della SSCN che intende tutelare in ogni sede giudiziaria l’immagine della società gravemente diffamata dalle parole pronunciate dal Presidente del San Paolo”.

(foto by Infophoto)