Dopo le parole di Andrea Agnelli, che a margine dell’assemblea dei soci del club bianconero aveva definito Massimo Moratti “un uomo con grande amore nei confronti dell’Inter, talmente grande da convincerlo ad accettare uno scudetto che non ha vinto”, è arrivata immediatamente la dura replica da parte del club nerazzurro.

“F.C. Internazionale prende atto dell’ennesimo tentativo del Presidente Agnelli di mistificare i fatti e di cambiare il corso della storia. Purtroppo per lui e per tutto il calcio italiano il 2006 é stato un anno disastroso, in cui lo scudetto é stato assegnato legittimamente all’Inter dalla FIGC, e la Juventus è stata retrocessa in serie B insieme alla sua reputazione. Questi sono i fatti. Che non permetteremo a nessuno di alterare né di dimenticare”.

I fatti di Calciopoli non sono dimenticati e la società nerazzurra ha voluto subito rispondere in modo chiaro e deciso alle pesanti accuse fatte dalla società Juventus.

LEGGI ANCHE

MORATTI LASCIA L’INTER: “HO FATTO IL MIO TEMPO, NON CEDO LE QUOTE”

MORATTI LASCIA L’INTER: CLAMOROSO, DIMISSIONI DA PRESIDENTE ONORARIO