Paul Pogba (che, apprendo ora, di secondo nome fa “Labile”, nomen omen) è stato squalificato dal giudice sportivo per tre giornate, in seguito allo sputo rifilato al difensore palermitano Salvatore Aronica, che come da usi e costumi lo aveva prima colpito con una sberla. Per una volta non ci perderemo nelle solite considerazioni sul fatto che un gesto censurabile (in questo caso anche schifoso) sia punito più di un gesto violento, e ci limiteremo, condizionati dal clima di festa, a due osservazioni.

La prima: non si fa in tempo a paragonarlo al grande Frank Rijkaard per presenza scenica e qualità tecniche, che subito il centrocampista transalpino (foto by InfoPhoto) decide di emularne anche il lato peggiore. Lo sputo ad Aronica, infatti, ricorda inevitabilmente quello che l’olandese del Milan dedicò a Rudi Voeller, durante un memorabile Olanda-Germania del Mondiale ’90. La seconda: com’è, come non è, quando c’è Aronica c’è party.