UPDATE!! ore 21.35: Relativamente alle parole di Pogba, Marotta dichiara ‘Sono dichiarazioni vecchie. Nella traduzione non è stato reso il significato giusto, lui ha semplicemente detto di non voler pensare ad altro che non sia il campo

Il Polpo Paul Pogba fa correre un brivido lungo la schiena alla Juventus e ai suoi tifosi. Il giocatore dei Campioni d’Italia ha rilasciato un’intervista a Tf1, televisione francese, nel corso del programma Telefoot, in cui ha dichiarato ‘Va tutto molto bene alla Juventus. Io voglio restare concentrato sul campo. Quando la stagione sarà finita, allora potrò liberarmi e aprirmi. Anche con la Nazionale è tutto ok, ne sono molto contento‘ e prosegue ‘Vorrei divertirmi un po’ di più, ho degli obiettivi. E bisogna fare sacrifici per essere felici. Speriamo che questi sacrifici mi permettano di essere felice‘.

Il giocatore ha cercato di evitare l’argomento calciomercato. In ogni caso con queste parole il francesino manifesta la soddisfazione e la felicità di essere un calciatore bianconero, ma  lascia trapelare anche un certo malessere. Sicuramente le offerte per il talento di Lagny sur Marne sono parecchie e certe affermazioni possono fare sorgere qualche legittimo dubbio.

Il contratto del giovane bianconero scadrà nel 2016 e molti topo club europei sono avvoltoi pronti a gettarsi a capofitto sul francese offrendo cifre mastodontiche. Real Madrid e Psg paiono le più accreditate. Negli ultimi giorni si è anche parlato di una clamorosa ipotesi di scambio con Cavani in forza al club parigino.

Intanto secondo quanto riporta il quotidiano Corriere dello Sport potrebbe essere a rischio la trasferta juventina in Australia dove i Campioni d’Italia avrebbero dovuto affrontare una formazione della quale fa parte anche Del Piero. Se i bianconeri vincessero la Europa League, infatti, avrebbero l’onore di disputare la finale di Supercoppa Europea in programma per il 12 agosto prossimo a Cardiff. La sfida nella terra dei canguri è fissata per il 10 agosto. Le date sono evidentemente incompatibili.