Il talento francese della Juventus, Paul Pogba ha raccontato se stesso in una splendida intervista realizzata per Bwin. Tutto questo a pochi giorni dal derby della Mole di domenica prossima. Il giovane campione è nato il 15 marzo 1993, quindi non è ancora ventunenne, ma è già un vero e proprio fenomeno mediatico e protagonista del calcio mondiale.

Il club piemontese l’ha pescato nelle giovanili del Manchester United e con un colpo da maestri è riuscito a portarlo a Torino a parametro zero. Un vero e proprio capolavoro di calciomercato. Un’intuizione geniale, eccezionale, fantastica. Nella sua prima stagione italiana ha conquistato il posto da titolare a suon di giocate e reti. Il suo tiro dalla distanza è semplicemente straordinario, un perfetto mix di potenza e precisione. Ha una grande capacità di inserimento e una qualità tecnica incredibile. Devastante in fase offensiva, con le sue lunghe leve riesce a essere fondamentale anche in fase difensiva recuperando miriadi di palloni. Non a caso lo chiamano il Polpo. Con il suo strapotere fisico riesce a dominare il centrocampo e gioca con una personalità degna di un campione affermato.

In questa splendida intervista esprime la propria opinione sul calcio a tutto tondo e descrive se stesso. Racconta che da ragazzo il suo idolo era ‘Zizou…Zidane‘.  Spiega come Balotelli sia il calciatore che maggiormente lo diverte. Racconta come nella sua carriera abbia avuto un ruolo fondamentale la madre e come sia contento di essere considerato il ‘piccolo fratello, il bambino della squadra’, essendo il più giovane. Racconta del suo primo dialogo con Antonio Conte che lo invitava a essere ‘cattivo, sempre cattivo’. Dice di avere sempre avuto il numero 6, anche con le nazionali. Afferma di ammirare molto ‘Zidane, Platini, Viera e Thuram’ giocatori francesi che, come lui, hanno giocato nella Juventus e ammette che vorrebbe avere il piede di ‘Maradona

Ecco il magnifico video dell’intervista