Il centrocampista francese della Juventus, Paul Pogba, ha deciso: la prossima stagione giocherà con il Manchester United. La svolta, dunque, in questa telenovela di calciomercato è arrivata; come sempre e come spesso accade, è la volontà del giocatore a farla da padrona. Ed anche in questo caso la storia si ripete.

Pogba, dunque, ha già fatto sapere alla Juventus la propria intenzione di voler giocare la prossima stagione in quel Manchester United che sta costruendo attorno a José Mourinho. Il francese, stando ai ben informati, avrebbe anche già trovato l’accordo con gli inglesi, sulla base di uno stipendio da 12 milioni di euro all’anno più un bonus di un altro milione per i prossimi cinque anni.

A conti fatti, un ingaggio più che raddoppiato rispetto a quello che Pogba guadagna ora alla Juventus. Si gioca a carte scoperte, insomma. La trattativa tra la dirigenza bianconera e il Manchester United è partita. E potrebbe anche chiudersi presto.

La volontà del centrocampista sarà la base dalla quale dovranno partire le contrattazioni tra le due società e l’agente del giocatore, quel Mino Raiola sempre attento alle dinamiche economiche dei suoi assistiti. Con Pogba, l’agente italo-olandese andrebbe a piazzare il secondo ricco colpo del suo personale calciomercato, dopo l’approdo di Zlatan Ibrahimovic alla corte dei Red Devils.

Intanto la notizia del giorno è la comunicazione dello stesso Paul Pogba alla dirigenza della Vecchia Signora: “E’ incedibile per noi, almeno fino a quando non sarà lui a chiederci di lasciarlo andare via”. Le dichiarazioni di Beppe Marotta, dunque, cadono nel vuoto. Il momento è arrivato, Pogba non è più incedibile. La Juventus non può far altro che prenderne atto e attendere l’offerta degli inglesi.

Alla Juventus Pogba guadagna 4,5 milioni di euro, che con i bonus diventano sei. La differenza è evidente e abissale. Il Manchester è pronto a offrire 125 milioni di euro, di cui 100 andranno alla Juventus, 25 a Pogba.