LA SITUAZIONE DEI PLAYOFF MASCHILI

L’inedito campionato a undici squadre (formula possibilmente da non ripetere…) arriva al suo epilogo, lungo un mese, ovvero i playoff scudetto. Cui accedono le prime 8 squadre classificate al termine della Regula Season, nell’ordine Piacenza, Conegliano, Bergamo, Novara, Modena, Busto Arsizio, Casalmaggiore, Urbino. Ornavasso e Frosinone restano fuori dalla post season, ma comunque salve, mentre in A2 retrocede Forlì, sempre fanalino di coda della classifica per tutto il torneo.

(FOTO LEGA VOLLEY FEMMINILE)

IL CALENDARIO PLAYOFF SCUDETTO

CLASSIFICA AL TERMINE DELLA REGULAR SEASON

Torneo che ha espresso il dominio delle campionesse in carica di Piacenza, prevedibile. Ma proprio alla vigilia del momento più importante della stagione, ecco la notizia “bomba” dell’addio di coach Caprara a fine anno (andrà anche lui in Turchia) che potrebbe (ma non è detto) destabilizzare squadra e ambiente. Ferretti e compagne restano le naturali favorite per la conquista del Tricolore. Non mancano le insidie, portate da squadre giovani e imprevedibili (Bergamo), con esperienza nei playoff (Busto), o con niente da perdere, come Novara e Casalmaggiore. Certo, la principale avversarie delle emiliane resta Conegliano, finalista a sopresa un anno fa, quest’anno seconda in regular season e con le carte in regola per vincere.

Primo turno, ovvero quarti di Finale, al meglio delle tre partite, semifinali e finali delle cinque. Il 12 maggio è la data dell’eventuale gara-5 di Finale.

Rai Sport e Sportube.tv seguiranno da vicino l’inizio della fase più calda della stagione, trasmettendo quattro partite da mercoledì a domenica. Mercoledì l’appuntamento è alle 20.30 su Sportube 2 e sul sito ufficiale di Lega per la diretta del match tra Imoco Volley Conegliano e Pomì Casalmaggiore. Alla stessa ora anche il primo capitolo della sfida tra Foppapedretti Bergamo e Unendo Yamamay Busto Arsizio.

Giovedì sarà la volta dei due accoppiamenti della parte alta del tabellone: le campionesse in carica della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza ospiteranno la Robur Tiboni Urbino, mentre la gara tra Igor Gorgonzola Novara e Liu Jo Modena andrà in onda in diretta su Rai Sport 1 alle 21.00 con il commento di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – POMI’ CASALMAGGIORE

mercoledì 9 aprile, ore 20.30 DIRETTA SPORTUBE 2
Arbitri: Umberto Ravallese – Daniele Zucca

L’Imoco Volley Conegliano, seconda in Regular Season e finalista Scudetto lo scorso anno, comincia la propria rincorsa al titolo affrontando la Pomì Casalmaggiore. A differenza di quanto accadde lo scorso anno, quando le pantere partirono con il ruolo di outsider e superarono sorprendentemente Villa Cortese nei quarti e Busto Arsizio in semifinale, le gialloblù possono essere considerate le principali antagoniste di Piacenza per la conquista del tricolore, come detto.

Maggiore pressione, ma anche maggiore consapevolezza nelle proprie forze, come spiega coach Marco Gaspari: “Certamente la mia squadra è cresciuta rispetto allo scorso anno, sia individualmente che come gruppo. Iniziano i play off e si parte tutti da 0-0, il passato non conta, nemmeno il passato recente e le nostre due nette vittorie con Casalmaggiore. Anzi, conta perchè può farci capire una volta di più che siamo favoriti solo se giochiamo al 100% del nostro livello, con umiltà e agonismo. Se molliamo un po’ invece non abbiamo le individualità per risolvere le partite. Tutto passa attraverso il gruppo“. Nei due precedenti stagionali le trevigiane si sono imposte 3-0 sia al PalaPomì che al PalaVerde. E’ proprio al pubblico di casa che il giovane allenatore dell’Imoco si rivolge: “Vogliamo che il nostro pubblico sia lì a combattere con noi fin dalla prima partita, una alla volta, tutti insieme, perché nei play off ogni gara è importantissima. Sarebbe importante per noi avere al Palaverde l’atmosfera della scorsa stagione“. Quella degli oltre 5.000 spettatori. Da valutare l’utilizzo dell’opposta bulgara Nikolova, dolorante al ginocchio sinistro (le ultime news la danno abile e arruolabile), e di Barcellini, fermata nell’ultima partita della stagione regolare da un problema alla spalla destra.

Dall’altra parte del campo le rosa di Alessandro Beltrami, che a dispetto della settima posizione hanno progressivamente alzato il proprio livello di gioco e creato grattacapi a molte big. Una squadra frizzante in via di definitiva maturazione e con individualità di spicco, come dimostrano i primati stagionali di Valentina Zago nel numero di ace realizzati e di Jovana Stevanovic nella speciale classifica dei muri. E in più l’ex Letizia Camera, regista gialloblù della Finale Scudetto 2013: “Ho visto le ragazze lavorare duro in palestra e assimilare un metodo di lavoro andando tutte nella stessa direzione – ha sottolineato Beltrami -. Credo che la maturazione sia stata evidente. Ho visto una bella Pomi anche sabato (contro Novara, ndr), occasione nella quale ha peccato di ingenuità al cospetto di una squadra più esperta. E’ Conegliano a dover vincere per forza, e in due partite. Hanno i mezzi per farlo e se giocheranno come stanno facendo, da squadra più in forma del campionato, per noi sarà difficile. Ma proveremo a minare qualche certezza e chissà. I playoff sono davvero un campionato a parte, gli ultimi anni ne sono la testimonianza“.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO

mercoledì 9 aprile, ore 20.30
Arbitri: Armando Simbari – Gabriele Balboni

Il duello più affascinante dei quarti di finale, anche per ciò che le due squadre hanno rappresentato in tempi recenti, vedrà affrontarsi la Foppapedretti Bergamo e la Unendo Yamamay Busto Arsizio. Orobiche tricolori nel 2011, farfalle scudettate l’anno successivo: entrambe con l’obiettivo di superare i propri limiti. Finora la stagione delle due formazioni ha viaggiato su binari diversi: le rossoblù di Stefano Lavarini, nonostante la giovane età di molte sue protagoniste, hanno mostrato vitalità e grinta da ottobre fino a oggi, conquistando una stupenda finale di Coppa Italia e ribadendo il terzo posto ottenuto anche nella Regular Season dell’anno scorso. Le biancorosse di Carlo Parisi hanno espresso il proprio miglior volley solo a tratti, alternando prestazioni autorevoli ad altre timide.

In un confronto sulla carta molto equilibrato, potrebbe essere decisivo il fattore campo. Non a caso nei due precedenti stagionali, le bustocche s’imposero 3-0 al PalaYamamay e la Foppa si prese la rivincita con il 3-1 al PalaNorda. A presentare la sfida ci pensa Giovanni Panzetti, direttore generale di Bergamo: “E’ chiaro che giocare queste partite da ‘dentro o fuori’ per una squadra come la nostra è ancora più difficile, perché diventa molto importante l’esperienza in questa fase. Cercheremo, se possibile, di contrastare questa mancanza con una maggiore freschezza. Busto Arsizio? E’ un gruppo che ha avuto diversi infortuni, ma che rimane una squadra, anzi una società molto quadrata, con alle spalle ormai una grande esperienza nel gestire questi momenti. Sarà un quarto molto difficile, ma cercheremo di conquistarci la semifinale“. Sulla stessa frequenza coach Lavarini: “Credo che tutti sentiremo la pressione. Attorno a Busto ad inizio stagione c’erano aspettative maggiori e non penso che ci possa essere più pressione di quel che ha già ‘masticato’ finora. Dal canto nostro, abbiamo disputato una bella regular season ma resta l’ipotesi di arrivare nuovamente in semifinale, dunque non possiamo dire di giocare senza avere nulla da perdere“. Fondamentale per le rossoblù limitare la potenza al centro delle biancorosse, con Arrighetti top scorer in Campionato tra le centrali.

Nelle fila della Unendo Yamamay è in dubbio Serena Ortolani, assente sabato scorso contro Conegliano. In preallarme una tra l’olandese Sloetjes, rientrata da poche settimane dopo il lungo stop post-operazione alla spalla, e Marika Bianchini. Al centro, al fianco di Arrighetti, si giocano una maglia Garzaro e la britannica Michel. Carlo Parisi è pronto a iniziare un altro Play Off alla guida delle biancorosse: “La sfida con la Foppapedretti sarà difficilissima, perché loro in tutta la stagione hanno dimostrato una continuità di gioco e di risultati migliore della nostra. Nonostante questo ce la giochiamo: è chiaro che non posso essere contento di come è andata la nostra stagione fin qui, ma va anche detto che nelle tante difficoltà incontrate tutti si sono impegnati per cercare di fare qualcosa di più: dalle atlete, allo staff alla società. In tutto questo è innegabile che la squadra sia cresciuta notevolmente; abbiamo i mezzi per poter stare bene nel campo anche con i top team: gli ultimi due match contro Piacenza e Conegliano ci dicono proprio questo: prendiamo quindi gli aspetti positivi di questi test senza aspettarci che alcune caratteristiche meno positive vengano meno in un istante“.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – ROBUR TIBONI URBINO

giovedì 10 aprile, ore 20.30
Arbitri: Davide Prati – Fabrizio Padoan

L’autentica dominatrice dell’ultimo anno abbondante di volley italiano e l’ultima squadra a ottenere il pass per i Play Off. Il quarto di finale tra Rebecchi Nordmeccanica Piacenza e Robur Tiboni Urbino è in teoria quello in cui la differenza di valori dovrebbe essere più marcata. Solo in teoria: perché se è vero che tra biancoblù e feltresche ci sono 28 punti di distanza in classifica (52 per Piacenza e 24 per Urbino) e che nei due scontri diretti stagionali la squadra di Caprara si è imposta per 3-0 con parziali piuttosto netti, l’arcinota imprevedibilità dei Play Off e lo stato d’animo delle due protagoniste potrebbe renderlo più combattuto.

Le marchigiane di Stefano Micoli non hanno davvero nulla da perdere e avranno l’opportunità di esprimere tutto il proprio entusiasmo. “Abbiamo disputato un ottimo campionato, ‘costruendoci’ la salvezza nel girone di andata con i 14 punti conquistati – racconta il libero Luna Carocci -. Il girone di ritorno è stato meno prolifero, ma nel momento in cui era importante premere sull’acceleratore la squadra ha dimostrato di esserci conquistando 7 punti in tre partite. Sono felice per il risultato raggiunto, merito anche dei nostri fantastici tifosi, i Fedelissimi, che nonostante le sette sconfitte consecutive sono rimasti vicini alla squadra aiutandola a riprendere un cammino difficile“.

Piacenza ha dalla sua il conforto della dittatura esercitata negli ultimi 14 mesi (Scudetto, 2 Coppe Italia e Supercoppa) e di una condizione di forma che a parte il periodo di appannamento di gennaio non ha mai subito cali. Le ultime tre vittorie su Novara, Busto Arsizio e Modena, giunte pur nella sicurezza del primo posto, hanno evidenziato la forza tecnica e atletica di Bosetti e compagne. La Rebecchi Nordmeccanica è conscia di essere la più forte e non si nasconde: “Ormai da mesi stiamo giocando la miglior pallavolo d’Italia – ha spiegato il presidente Vincenzo Cerciello, che in un comunicato ufficiale ha annunciato la separazione da coach Caprara al termine della stagione -. Arriviamo a questi play off nel miglior modo possibile, dopo aver vinto Supercoppa, Coppa Italia e regular season. Adesso si tratta di dimostrarlo fino in fondo, con quell’umiltà che ci ha sempre contraddistinto. Abbiamo una squadra di personalità, che più volte ha dimostrato di saper gestire con polso fermo anche le situazioni più difficili. Soltanto tre sconfitte in regular season, di cui una al tie break, significano che la struttura di gioco c’è ed è affidabile. Guardandoci alle spalle, è stato un percorso esaltante, con l’unica eccezione di quel black out di gennaio, da cui comunque siamo usciti in maniera brillante e molto velocemente“.

IGOR GORGONZOLA NOVARA – LIU JO MODENA

giovedì 10 aprile, ore 21.00 DIRETTA RAI SPORT 1
Arbitri: Graziano Gelati – Mauro Goitre

Con uno sprint finale degno del migliore velocista, la Igor Gorgonzola Novara si è presa di forza il quarto posto in classifica e l’opportunità di far valere il fattore campo nei quarti di finale dei Play Off. Le azzurre cercheranno di ottimizzare il vantaggio nell’imprevedibile confronto con la Liu Jo Modena, la cui quinta posizione finale è coincisa con dieci giorni di rallentamento, ma che non toglie nulla al valore potenziale delle emiliane. Assente Paola Cardullo, bandiera di Novara in passato e protagonista a Modena prima del grave infortunio al ginocchio. I temi del match restano però moltissimi: Francesca Piccinini all’assalto del quinto Scudetto (a quota quattro insieme a lei c’è Francesca Ferretti), Valeria Rosso contro Mauro Chiappafreddo, l’allenatore che l’ha riscoperta schiacciatrice ai tempi di Santa Croce.

In Regular Season le zanzare di Luciano Pedullà si sono imposte in entrambi gli scontri diretti: 3-0 al PalaPanini e 3-1 allo Sporting Palace. La capitana Rosso, tra le migliori realizzatrici della Master Group Sport Volley Cup, ci crede: “Sì ci proveremo, e proveremo ad andare in semifinale. Ma per noi questo playoff deve essere una festa. Abbiamo fatto un campionato straordinario“. Intenzioni confermate dal ‘Professore’: “Puntiamo almeno a confermare il quarto posto ottenuto al termine della regular season. Abbiamo velleità di fare bene. Puntiamo tutto sulla nostra forza caratteriale, la stessa che ci ha permesso di rimetterci in carreggiata quando abbiamo incontrato periodi meno positivi. Il nostro valore aggiunto? L’estrema attenzione da parte delle ragazze. In alcune partite abbiamo puntato tutto sulla difesa, elemento su cui continueremo a far leva. La Igor ha sempre saputo recepire nel migliore dei modi i consigli tecnici che venivano dati, questo è un valore aggiunto importantissimo“.

Le tre sconfitte rimediate nell’ultima settimana hanno smorzato l’ardore della Liu Jo, che ha affrontato la parte finale della Regular Season sperimentando nuove soluzioni in difesa e ricezione – con i due libero Petrachi e Perinelli a darsi il cambio a seconda delle situazioni di gioco – e testando lo stato di forma di tutte le giocatrici, compresa la giovanissima schiacciatrice Maruotti. L’intenzione della squadra e dello staff è di scacciare ogni cattivo pensiero e di concentrarsi al massimo sui prossimi impegni. “Ora bisogna resettare tutto, i playoff sono un campionato a sé“, ha affermato coach Chiappafreddo.

31^ Play Off Scudetto: il tabellone
(1) Rebecchi Nordmeccanica Piacenza – (8) Robur Tiboni Urbino
(4) Igor Gorgonzola Novara – (5) Liu Jo Modena
(2) Imoco Volley Conegliano – (7) Pomì Casalmaggiore
(3) Foppapedretti Bergamo - (6) Unendo Yamamay Busto Arsizio

31^ Play Off Scudetto: la formula
Le formazioni classificate dal 1° all’8° posto al termine della Regular Season disputano i Quarti di finale, che si disputano al meglio delle due partite vinte su tre (Gara1 e l’eventuale Gara 3 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Le Semifinali si giocano al meglio delle due partite vinte su tre con la stessa successione casa-trasferta, mentre la Finale Scudetto si disputa al meglio delle tre partite vinte su cinque (Gara 1, 2 e l’eventuale Gara 5 in casa della squadra con la miglior classifica al termine della Regular Season). Inizio il 9 aprile e conclusione il 12 maggio 2014 con l’eventuale Gara 5 di Finale Scudetto.