È Boston la seconda finalista dell’eastern conference Nba. I Celtics superano Washington 115-105 in gara-7 e sfideranno LeBron James.

Washington tiene testa ai Celtics, Beal una macchina da punti

Il clima da dentro o fuori motiva le due squadre. Che danno vita a un match incerto. Il TD Garden risponde con entusiasmo, tutto per il quintetto locale. Ma Washington non resta a guardare, anzi. Spesso si trova a condurre, grazie alla consistenza di Otto Porter e Markieff Morris. Ma soprattutto Bradley Beal crea infiniti problemi alla difesa avversaria: chiuderà con 38 punti.

Thomas e Olynyk, coppia che torna ad infiammare i Celtics

Faro nella notte biancoverde quell’Isaiah Thomas che finalmente si riscopre leader. IT mette a referto 29 punti e 12 assist, coadiuvato da un’ottima spalla: Kelly Olynyk. Gli ultimi 12 minuti sono terreno di conquista del lungo canadese: 14 sui 26 punti complessivi e la tripla decisiva. Un bottino di inestimabile valore per Boston, che prende il largo negli ultimi 10 minuti dopo tre quarti di grande equilibrio. Thomas-Olynyk, un duo in grado di realizzare più di 25 punti a testa a 30 anni di distanza da quando ci riuscirono Kevin McHale e Larry Bird nel 1988.

Sulla strada verso l’anello gli imbattuti Cavs

È stato merito di tutta la squadra, del contributo del gruppo, non solo il mio - le parole di Olynyk al termine dell’incontro -. E’ stata una grande serie e loro si sono dimostrati un grandissimo avversario”. Ora però i Celtics dovranno alzare ulteriormente l’asticella contro Cleveland. I campioni in carica non hanno ancora subito sconfitte in questi playoff, in grado di regolare con un netto 4-0 sia Indiana che Toronto. LeBron James desidera scrivere ancora la storia, e per fermarlo servirano i migliori Celtics.

Boston: Thomas 29 (6/16 da due, 3/5 da tre, 8/9 tiri liberi), Olynyk 26, Horford 15. Rimbalzi: Horford 6, Smart 6. Assist: Thomas 12.
Washington: Beal 38 (7/12, 5/12, 9/10 tl), Porter 20, Wall 18, Morris 18. Rimbalzi: Gortat 11. Wall 11.