Toronto Raptors e San Antonio Spurs superano il primo turno dei playoff Nba. In gara-6, i canadesi si impongono per 89-92 a Milwaukee contro i Bucks e chiudono la serie sul 4-2. Con lo stesso punteggio termina la serie fra texani e Memphis Grizzlies, battuti 103-96.

Nba: Toronto, vittoria sofferta

Al BMO Harris Bradley Center di Milwaukee i Raptors partono forte, avanti 51-38 all’intervallo lungo. Nella seconda parte di gara continua il dominio (71-46), ma poi i locali compiono un’eccezionale rimonta, portandosi sull’82-80 a 2’29 dalla fine. Con un canestro da tre Cory Joseph tira fuori dagli impicci Toronto, e DeMar DeRozan (il migliore dei suoi: 32 punti a referto) consolida la supremazia. Masticano amaro i Bucks, guidati da Giannis Antetokounmpo. Costretti a rincorrere sul 2-1, i canadesi festeggiano la qualificazione. Lunedì daranno battaglia ai Cavaliers, dopo un anno dal ko nella finale di Conference. “Non ero di certo l’unico a essere stanco, tutti noi lo eravamo. Ma ripetevo dentro di me: ‘fai tutto quello che è nelle tue possibilità’. Peccato non sia bastato”, il commento di Antetokounmpo, che chiude con 34 punti

Memphis valoroso, ma gioiscono gli Spurs

A Ovest trionfa San Antonio. Uomini chiave Kawhi Leonard in versione Mvp e Tony Parker (27 punti) in forma smagliante nonostante i 34 anni. Memphis perde comunque con onore gara-6, salutata tra gli applausi del FedExForum. Senza l’infortunato Tony Allen, i Grizzlies sfiorano l’impresa. Combattuta anche l’ultima sfida, combattuta sin dalle fasi iniziali con i padroni di casa che si trovano sul 50-45 all’intervallo. Il -10 a inizio ripresa suona come un campanello d’allarme per i Spurs, che terminano la terza frazione sul +1 (75-74) grazie all’apporto di Aldridge. Nei restanti 12’ giunge al culmine il pathos della gara: Conley (26 punti) rilancia i Grizzlies (88-81 a 6’29″ dalla fine), ma Leonard (29 punti) riporta al comando San Antonio, che non viene più ripresa. Per un posto in finale di Conference dovrà superare Houston.