Disputate le prime gare dei playoff, valevoli l’accesso alla Champions League 2016/17. Il Manchester City impartisce una lezione di calcio in Romania.

POKERISSIMO CITY

La banda di Guardiola approccia la gara a ritmi elevati e già al minuto 8 Orsato fischia un rigore per gli inglesi: Nita respinge la conclusione di Aguero, poi salvato dalla traversa sulla ribattuta di Nolito. Al 13’ Sterling salta un avversario con un numero e pesca in area Silva, che batte a rete per il vantaggio dei Citizens. Altro penalty concesso agli ospiti al 21’, ma dal dischetto Aguero centra la traversa. Trascorsi altri venti minuti, il Kun gonfia finalmente la rete su assist di Sterling, zittendo l’Arena Nazionale. Stesso copione nella ripresa, con Nolito che al 49’ riceve una gran palla da De Bruyne, mette a sedere Nica e chiude il discorso qualificazione. Aguero firma altri due centri al 79’ e all’89’, fissando lo score sul 5-0 finale.

LE ALTRE

L’Ajax deve accontentarsi all’Amsterdam Arena di un pareggio contro i russi del Rostov. Noboa firma su punizione il vantaggio ospite al 13’. L’Ajax attacca con veemenza e al 37’ Klaasen rimette il match in equilibrio, bravo a capitalizzare il rigore concesso dall’arbitro per deviazione col braccio di Cesar Navas. I lancieri cercano la rimonta nella ripresa, inutilmente. Il Borussia Monchengladbach supera 3-1 lo Young Boys. Subito davanti i tedeschi all’11’ con Raffael, imbeccato da Thorgan Hazard. Sulejmani firma il pari al 56’da distanza ravvicinata, prima che al 67’ e al 69’ Hahn e ancora Raffael finiscano sul tabellino dei marcatori, ipotecando il passaggio del turno. Dinamo Zagabria e Salisburgo non vanno oltre l’1-1. Gli austriaci trovano la rete con l’incornata vincente di Lazaro (59’), a cui risponde Rog (76’), che realizza un calcio di rigore. Il Copenaghen supera per 1-0 l’Apoel Nicosia, firmato da Pavlovic al 43’, che batte il portiere in uscita dopo aver ricevuto un gran pallone filtrante da Delaney.