Partono oggi i playoff basket che decideranno la squadra campione d’Italia. Le proiezioni sono fin troppo semplici, dal momento che sono le stesse da un paio di anni a questa parte: l’Olimpia Milano campione in carica è la superfavorita d’obbligo, in virtù di un roster sovradimensionato e di una regular season condotta col piglio del padrone; le altre sette sorelle cercheranno di mettere il bastone tra le ruote alla squadra di Banchi. Impresa non facile, ovviamente, ma nemmeno così scontata, dal momento che Gentile e compagni si sono già fatti sfuggire i primi due traguardi stagionali, Supercoppa e Coppa Italia, e non hanno mai raggiunto una solidità psicologica (e un livello di gioco) corrispondente alle sue qualità. Certo, un conto sono le gare secche un altro sono le serie al meglio delle sette partite…

Andiamo ad analizzare il programma dei quarti di finale:

Playoff basket

Milano-Bologna

gara 1: 18/05 ore 20.00, Milano, diretta Rai Sport 1
gara 2: 20/05 ore 20.45, Milano
gara 3: 22/05 ore 20,45, Bologna
gara 4: 24/05 ore 20,45, Bologna (eventuale)
gara 5: 26/05 ore 20,45, Milano (eventuale)

Superclassica della pallacanestro italiana che, apparentemente, sembra già segnata in partenza. Le V nere tornano ai playoff dopo tre anni di assenza e questa è già una grande notizia, ma le armi a disposizione della Virtus sono davvero pochine: questione di tonnellaggio, soprattutto sotto canestro (Samuels è stato un rebus un po’ per tutti quest’anno) ma anche sugli esterni, di profondità del roster, di qualità, di… tutto. E’ pur vero che lo scorso anno una Pistoia altrettanto sfavorita ha costretto Milano a giocarsi il passaggio alle semifinali in una tesissima gara-5. Tuttavia, crediamo che il massimo traguardo raggiungibile per i ragazzi di Giorgio Valli sia quello di prolungare la serie.

Venezia-Cantù

gara 1: 19/05 ore 20.45, Venezia, diretta Rai Sport 1
gara 2: 21/05 ore 20.45, Venezia
gara 3: 23/05 ore 20,45, Cantù
gara 4: 25/05 ore 20,45, Cantù (eventuale)
gara 5: 27/05 ore 20,45, Venezia (eventuale)

Ecco un confronto davvero equilibrato. La Reyer di Charlie Recalcati ha chiuso la regular season al secondo posto e ha battuto i brianzoli sia all’andata che al ritorno: è una squadra migliore, capace di un basket di qualità e che ora potrà contare sull’ex Pietro Aradori per questi playoff. Cantù ha conquistato solo in extremis il pass e quest’anno non ha mai convinto: ma ha Ron Artest, alias Metta World Peace, alias The Panda’s Friend. E’ il folle americano la vera variabile impazzita di questa post season. Con uno così, non solo l’Acqua Vitasnella può giocarsela alla pari con l’Umana Venezia, ma può allargare i suoi orizzonti fino a un punto al momento indefinibile.

Reggio Emilia-Brindisi

gara 1: 19/05 ore 20.45, Reggio Emilia
gara 2: 21/05 ore 20.45, Reggio Emilia, diretta Rai Sport 2
gara 3: 23/05 ore 20,45, Brindisi
gara 4: 25/05 ore 20,45, Brindisi (eventuale)
gara 5: 27/05 ore 20,45, Reggio Emilia (eventuale)

Sulla carta, la Grissin Bon si presenta ai blocchi di partenza con ragionevoli speranze di raggiungere le semifinali dopo 18 anni dall’ultima volta. La qualità del roster è di primo livello – basti nominare i pluridecorati Lavrinovic e Kaukenas – e solo qualche infortunio di troppo ha impedito alla squadra di Menetti di alzare ulteriormente il livello; inoltre, è quasi impossibile battere gli emiliani davanti al loro pubblico: 14 vittorie consecutive al PalaBigi e avversari costretti a 68,4 punti di media, la più bassa del campionato. Dulcis in fundo, Brindisi non è in un gran periodo di forma, come testimoniano le quattro sconfitte nelle ultime cinque gare. La squadra di Bucchi non parte battuta, ma è giusto considerare la Grissin Bon come favorita.

Trento-Sassari

gara 1: 18/05 ore 20.45, Trento
gara 2: 20/05 ore 20.45, Trento, diretta Rai Sport 1
gara 3: 22/05 ore 20,45, Sassari
gara 4: 24/05 ore 20,45, Sassari (eventuale)
gara 5: 26/05 ore 20,45, Trento (eventuale)

Tra due squadre che hanno chiuso la regular season con il medesimo score (19 vittorie in 30 partite) non può che regnare l’equilibrio, ed equilibrio sarà, anche se con qualche precisazione. E’ indubbio che Sassari sia la più importante realtà emergente nel panorama baskettaro italico, come testimoniano i tre trofei conquistati nelle ultime due stagioni, ma è altrettanto vero che la rivelazione Trento sembra seguire i suoi passi, e perdipiù l’ha sconfitta due volte su due in questa stagione. La difficoltà nel formulare un pronostico è acuita anche da altre considerazioni: l’MVP Tony Mitchell e compagni avranno il fattore campo, ma Sassari si esprime a grandi livelli lontano dal PalaSerradimigni. La squadra di Meo Sacchetti resta la più autorevole candidata a insidiare il trono di Milano, sempre che riesca a risolvere i problemi di concentrazione e continuità che l’hanno afflitta durante l’annata.