Ora che la poltrona di presidente della Fifa è vuota, iniziano ad arrivare proposte da tutti gli attori in campo. Il primo a dire la sua è Michel Platini, attuale presidente della Uefa e da tutti indicato come il successore numero uno del dimissionario Joseph Blatter.

E, secondo quanto ha riportato l’Ansa, Platini starebbe pensando a dare un posto in più ad una nazionale europea ai Mondiali di calcio, al contrario di quanto pensava Blatter il quale era indirizzato a darne una in meno. Ad oggi sono 13 le formazioni europee che si qualificano ai Mondiali.

Platini, sempre secondo quanto riportato dall’Ansa, sta seguendo “con grande preoccupazione gli sviluppi delle indagini sulla corruzione della Fifa”, e ha deciso di rinviare la riunione Uefa in programma a Berlino nel fine settimana.

In seguito all’annuncio di ieri e all’imprevedibilità dello sviluppo delle indagini, ho ritenuto che fosse più appropriato posticipare l’incontro che era stato annunciato la scorsa settimana e che avrebbe dovuto svolgersi a Berlino nel weekend. Tenendo conto del fatto che ogni giorno vengono a galla nuove informazioni ritengo che sia più saggio prendersi del tempo per valutare la situazione, in modo da assumere una posizione comune in merito. Ci saranno altre opportunità di incontro nelle prossime settimane e mi auguro che a quel punto sarà stata fatta luce sui fatti. Durante questo weekend, a Berlino, la nostra attenzione sarà interamente dedicata a uno dei principali eventi Uefa, la finale di Champions League”.

Platini, che aveva etichettato come “una decisione difficile, coraggiosa e giusta” la decisione di Joseph Blatter di dimettersi, ha l’appoggio di Carlo Tavecchio, presidente della Figc: “Il nostro candidato per la futura presidenza della Fifa è Michel Platini ammesso che intenda candidarsi”.