Boris Nemec, capo dello staff medico della nazionale croata, fa previsioni fosche rispetto alle possibilità di completo recupero dall’infortunio di Marko Pjaca, il cui ginocchio destro ha ceduto nel corso dell’amichevole persa 3-0 con l’Estonia.

Il centrocampista della Juventus è stato operato questa mattina dal professor Mariani, tempi di recupero: previsti 4-5 mesi, un periodo insufficiente per il superamento di traumi del genere secondo Nemec: “Il metodo di Mariani fa risparmiare tempo, ma per infortuni del genere la Fifa raccomanda 7-8 mesi di stop. Al calciatore non permetterei di rientrare prima di sei mesi, c’è il rischio che il legamento ceda di nuovo”.

“Fra tre mesi Pjaca sarà in grado di correre in avanti, ma non di cambiare direzione. Se un giocatore mi venisse a dire di essere in grado di giocare prima dei sei mesi gli consiglierei di cambiare medico”.

Bordate dunque dirette al professor Mariani, che si è occupato recentemente dei casi Milik, Perin e Florenzi, ma non solo. Ecco quanto prevede Nemec: “Infortuni del genere sono molto delicati. Nel 45% dei casi il calciatore non riesce a tornare quello di prima”.