Oggi Andrea Pirlo è stato intervistato da Radio Deejay. Quando il talento bresciano parla non è mai banale. Il numero 21 ha risposto a domande su vari argomenti: dalla Juventus alla nazionale.

Riguardo al calcio non proprio spumeggiante che stanno giocando i bianconeri in questo periodo afferma ‘magari cerchiamo di gestire, ma in certe partite abbiamo pensato di essere un po’ più prudenti e gestire meglio le fatiche‘. Nei confronti dell’eliminazione prematura dalla Champions è perentorio ‘abbiamo sbagliato le prime partite’.

Non può poi mancare la classica domanda sul rinnovo del suo contratto con la Vecchia Signora ’più o meno ci siamo, aspettiamo il momento giusto per trovarci e decidere il tutto’. Riguardo a un suo futuro addio al calcio dichiara ‘finchè mi diverto e sto bene continuerò a giocare, quando mi renderò conto di non farcela più smetterò’.

Poi arrivano le domande sui colleghi attuali e ex. Di Verratti afferma ‘possiamo giocare insieme, così come gioca con Thiago Motta al Paris Saint-Germain può farlo con me. Giocatori bravi più se ne hanno e meglio è’. Questa frase potrebbe essere letta sia in ottica nazionale e Mondiale 2014, ma anche in relazione al calciomercato. Il talento del Psg dichiara di voler rimanere a Parigi, ma manifesta la sua grande ammirazione per il club bianconero.

Su Pogba, altro nome incandescente da questo punto di vista, e sulla possibilità di schierarlo davanti alla difesa dichiara ‘lo vedo più mezzala, dove riesce a sprigionare tutta la sua potenza e la sua gamba’. Concede qualche parola anche riguardo al suo rapporto con Seedorf  ’l’ho sentito spesso, abbiamo giocato tanti anni insieme’.

Interessante ciò che riferisce sul suo passaggio dal Milan alla Juve ‘ho sempre detto che è stata una scelta fatta da tutte le due parti. L’allenatore non era convinto di non farmi giocare nella mia posizione, poi io avevo chiesto due anni di contratto mentre loro voleva partire con uno’. Sincero, genuino.

A lezione di punizioni. Ecco come Andrea spiega la sua ‘maledetta’: ‘vado a prendere la palla un po’ sotto con le dita e cerco di darle uno schiaffo’.

le dichiarazioni di Benitez sulle polemiche di Napoli-Juve