Lo Us Open, uno dei quattro tornei del Grande Slam di tennis, parla italiano. Anzi, parla pugliese, visto che la brindisina Flavia Pennetta si è qualificata per le semifinali dell’importante torneo americano battendo, in una gara tutta italiana, la corregionale Roberta Vinci con un netto 6-4, 6-1. Un grande risultato per la bella e talentuosa tennista italiana, che arriva ad un anno dall’operazione al polso destro e a quei primi, timidi, accenni di possibile ritiro dal tennis agonistico.

No, questa volta no. Flavia Pennetta segue le orme di Sara Errani, semifinalista l’anno scorso agli Us Open, e spera nell’impresa. Sarà difficile per la 31enne brindisina, ma per lei si tratta della prima semifinale di un torneo dello Slam. Un risultato forse insperato, ma ora sognare è lecito.

Quattro anni fa la Pennetta era la numero 1 italiana ed era nella top ten mondiale, adesso è la numero 58 al mondo: “Roberta ha sentito un po’ la pressione – ha spiegato Flavia Pennetta al termine della sfida con la Vinci – Lei ha un tennis difficile”. Ora semifinale contro la bielorussa Victoria Azarenka, numero due del torneo. Sognare è lecito.