Dopo l’ultimo episodio risalente al dicembre scorso, Pelè torna di nuovo in ospedale  per un problema prostatico. Il campione brasiliano, 74 anni, è stato ricoverato all’ospedale Albert Einstein di San Paolo dove nel novembre 2014 era stato curato per un’infezione alle vie urinarie subendo un trattamento di emodialisi. Il ricovero risale a martedì 5 maggio quando il tre volte vincitore dei campionati del mondo con la nazionale verdeoro era stato trasportato per essere sottoposto a un intervento chirurgico riguardante un’iperplasia prostatica che avrebbe aumentato il rischio d’infezione alle vie urinarie. Il bollettino medico emesso dal reparto di urologia dell’ospedale Einstein ha confermato l’intervento per la resezione transuretrale della prostata.

Nel referto firmato dai medici Gustavo Caserta Lemos e Fabio Nasri, gli stessi che lo curarono durante il precedente ricovero si legge: “Il paziente e’ in condizioni stabili e riposa nel suo appartamento“, responso che scongiurando complicanze fa stare relativamente tranquilli circa le condizioni di salute della leggenda del calcio mondiale. Dopo il lungo ricovero dello scorso novembre che aveva previsto il trasferimento in terapia intensiva, “O Rei” aveva rivelato alla stampa paulista di aver subito l’asportazione del rene destro, un intervento che venne eseguito in gran segreto negli Stati Uniti, quando Pelè giocava ancora nei Cosmos al culmine della sua luminosa carriera.