Mentre, ieri sera, Paul Pogba pareggiava in trasferta a Milano con la sua Juventus, veniva sconfitto in casa, violata da ladri che gli hanno sottratto beni dal valore ingente.

Inter-Juventus 0-0, la cronaca

Ignoti si sono introdotti nell’appartamento del centrocampista francese, situato nel quartiere Santa Rita di Torino, forzando una finestra. Hanno portato via gioielli in oro, capi di abbigliamento, tra cui numerose scarpe, e orologi Rolex. Al caso stanno lavorando i Carabinieri.

Non è certo la prima volta che i calciatori subiscono furti in casa. Qualche anno fa fu un altro juventino, l’ex stella Pavel Nedved, ora dirigente bianconero, a fare i conti con un topo d’appartamento.

Furto in casa dei calciatori: il caso Nedved<(/h2>

Lo scassinatore portò via beni per un valore complessivo di 450mila euro forzando la cassaforte della villa dell’ex calciatore ceko, situata nel parco della Mandria.

Ladro che fu incastrato da un atto di ‘generostà’. Saputo del dispiacere della signora Nedved per la perdita di alcuni beni dall’inestimabile valore affettivo (i braccialetti in plastica messi al polso dei figli in ospedale dopo la nascita), decise di restituirli.

Un gesto di umanità che portò alla scoperta del ladro: solo chi sapeva del dispiacere della donna, Ivana Nedvedova, e aveva accesso alla villa poteva essere il ladro. Ovvero il giardiniere, Flavio Vittone, che un anno fa fu condannato ad un anno ed otto mesi di reclusione.

Calciatore derubato di recente è Alessio Cerci, che a giugno ha subito un furto per 100mila euro.Il calciatore del Milan era appena tornato a Roma dal viaggio di nozze.

Aveva parcheggiato la sua Porsche a Trinità dei Monti quando un ladro ha rotto il finestrino, ha aperto il portabagli rubando una valiga con all’interno vestitie gioielli per 100mila euro.