ÖSTERSUND (Svezia) - Storicamente l’ultima settimana di novembre è quella che sancisce  definitivamente l’apertura della stagione invernale per gli sport della neve e del ghiaccio, che nel prossimo febbraio saranno protagonisti assoluti dell’annata sportiva con le Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Di fatto, già alcune discipline avevano iniziato le rispettive Coppe del Mondo, come slittino, salto, pattinaggio velocità, short track e sci alpino, e altre partiranno più tardi, come snowboard, mentre il curling sta celebrando giusto in questi giorni gli Europei di specialità. Ma questa è la settimana che ufficialmente fa partire il calendario in maniera più serrata, con gare che ora si susseguiranno con continuità per tutte le settimane nei prossimi quattro mesi.

Via a biathlon, fondo e combinata nordica, con lo sci alpino che celebra la trasferta nordamericana, sia per uomini che per donne. L’Italia degli sport invernali ha già mostrato il suo valore nello slittino, con due podi (e una vittoria, la prima in carriera) in due gare per Dominik Fischnaller (e un ritrovato Zoeggeler), i numerosi podi, individuali e in staffetta, di Arianna Fontana, con Carolina Kostner invece un po’ frenata dai problemi alla schiena e fuori dalle finale del Grand Prix nel pattinaggio di figura, nonostante due podi in due tappe, mentre proprio oggi, alla prima gara individuale della stagione, Dorothea Wierer e Karin Oberhofer, promessa e certezza dell’Italia femminile di biathlon in buona ascesa, hanno conquistato subito due posizioni tra le prime dieci, in Svezia, con la prima, classe 199o, già iridata jr., al miglior risultato in carriera, un ottavo posto, immediatamente seguita dalla compagna di squadra, lo scorso anno la migliore delle azzurre per continuità. Italiane, lo ricordiamo, ai Mondiali 2013 conquistarono uno storico bronzo (perché il primo in assoluto) nella gara a squadre, con le due atlete citare oltre a Ponza e Gontier. Aspettiamo squilli di tromba dallo sci alpino, che per ora ha celebrato i solito noti Ligety e Hirscher a livello maschile, con il nuovo che avanza Gut e Shiffrin tra le donne.

Qui trovate i pensieri sulla stagione olimpica “buttati giù” lo scorso marzo, al termine della stagione degli sport invernali, con finestra su Sochi. Pensieri che ovviamente saranno sottoposti a ulteriori modifiche a seconda di come andranno le gare di Coppa del Mondo nelle varie discipline. Seguiteci su sport.leonardo.it!