Il Parma è promosso in Lega Pro grazie alla vittoria ottenuta ieri al Tardini per 2-1 (gol di Guazzo e Corapi con rete ospite di Boilini) contro il Delta Rovigo. I crociati, a un anno dal fallimento, ritornano così tra i professionisti.

Un campionato senza storia quello stravinto dalla squadra allenata da Apolloni, unico team d’Europa ad arrivare alla metà di aprile ancora imbattuto. A tre giornate dalla fine del torneo, sono stati ben 85 i punti conquistati dai gialloblù, frutto di 25 vittorie e 10 pareggi.

Il Parma 1913, sorto dopo il fallimento del Parma Fc, è impegnato nel girone D di serie D. Diversi gli imprenditori locali che hanno deciso di investire nel progetto: Guido Barilla, Gian Paolo Dallara, Marco Ferrari e Paolo Pizzarotti sono solo alcuni dei personaggidi spicco della società.

La poltrona di presidente è stata affidata a Nevio Scala, uno degli artefici del Parma che negli anni ’90 vinse diversi titoli in Italia e in Europa, mentre Lorenzo Minotti, ex capitano, ora è direttore sportivo, Fausto Pizzi è il capo del settore giovanile, Luigi Apolloni l’allenatore della prima squadra.

Tra i protagonisti in campo ci sono stati Alessandro Lucarelli, uno dei leader del gruppo e guida di una difesa che ha subito solo 15 reti, Yves Baraye, 23enne senegalese autore di 20 reti, Davide Giorgino, cuore del centrocampo, Francesco Corapi ed il talentuoso Fabio Lauria.