Trentaduesima giornata. Posticipo. Parma contro Napoli.

E’ questa l’insidiosa trasferta che attende i partenopei questa sera alle ore 20,45 allo stadio Tardini.

Benitez lo sa ed  incita la propria squadra a disporsi in campo con la stessa compattezza vista con la Juventus, un match che ancora fa parlare dopo le dichiarazioni rese prima da Antonio Conte nel post-partita, susseguentemente dall’a.d. Beppe Marotta (clicca qui per la polemica) il quale ha accusato di provincialismo l’euforia mostrata dai giocatori azzurri e dalla sua tifoseria (ma questa è un’altra storia).

“Intensità”, la stessa intensità vista con i bianconeri. E’ proprio questo che vuole il tecnico dei campani nella sfida di questa sera (per le sue dichiarazioni leggi qui).

Donadoni dal suo canto esorta i propri uomini a mantenere alte calma ed attenzione (del resto il Napoli è una squadra tosta che dà cenni di ripresa dopo le ultime settimane non proprio positive).

Delle 19 trasferte a Parma tra serie A, serie B e Coppa Italia, nove sono state le vittorie dei padroni di casa su tre pareggi e sette vittorie degli ospiti. Trenta i gol dei parmensi contro i 24 dei partenopei.

L’ultima vittoria degli emiliani in campionato risale al maggio 2001 per il risultato secco di 4-0, con reti di Micoud, Milosevic e doppietta di Di Vaio. L’ultimo pareggio al novembre 2009 per il risultato di 1-1 con goal di Denis e Amoruso. L’ultimo trionfo del Napoli, invece, è datato gennaio 2013 con 1-2 di Hamsik e Cavani, autogoal di Cannavaro.

Arbitrerà Mauro Bergonzi di Genova, che ha venti precedenti con il Napoli tra campionato e Coppa Italia con nove vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte.

La gara sarà visibile in diretta tv su Sky Supercalcio, su Sky Sport e Mediaset Premium. La diretta radiofonica sarà affidata a Kiss Kiss Italia.

Donadoni recupera Paletta dall’influenza ma deve rinunciare ad Amauri e Lucarelli squalificati. Gargano si è infortunato mentre Cassano è ancora in dubbio. Il tecnico dovrebbe quindi schierare un 4-3-3 con Mirante tra i pali ed una linea difensiva composta da Cassano, Felipe, Paletta e Molinaro. A centrocampo Acquah, Marchionni e Parolo, in attacco Biabiany e Schelotto a supportare Palladino nel caso in cui Cassano non dovesse farcela.

Benitez invece può contare sul suo 4-2-3-1 con Reina tra i pali ed un reparto arretrato formato da Henrique, Fernandez, Albiol e Ghoulam. A centrocampo Inler e Jorginho (quest’ultimo in ballottaggio con Behrami), mentre in attacco dovrebbero esserci Callejon, Hamsik e Mertens (favorito al momento su Insigne) in supporto al ‘pipita’ Gonzalo Higuain. Sarà presente anche Mesto, che figura tra i convocati per questa gara (per approfondimenti clicca qui).

PARMA (4-3-3): Mirante, Cassani, Felipe, Paletta, Molinaro, Acquah, Marchionni, Parolo, Biabiany, Palladino, Schelotto. All. Donadoni

NAPOLI (4-2-3-1): Reina, Henrique, Fernandez, Albiol, Ghoulam, Inler, Jorginho, Callejon, Hamsik, Mertens, Higuain. All. Benitez

(foto by Infophoto)