La Juventus batte 1-0 il Parma. Ottima prova del muro Barzagli. Il difensore rientrava da un turno di riposo e si è fatto trovare pronto. Impressiona la continuità di rendimento dello juventino che, anche oggi, ha dimostrato di essere fondamentale. Da sottolineare anche la prestazione di Qualgliarella che appena tornato da un infortunio, entra e trova una conclusione fantascientifica che sbatte sulla traversa e permette a Pogba di segnare in tap in. Quando la situazione si complica l’attaccante è sempre pronto a risolverla. Marchisio incappa in una gara difficile in cui il Principino fatica a entrare in partita. Forse anche in vista della Champions League, Conte lo lascia in campo circa un’ora in cui il centrocampista non graffia. Anche Chiellini, dopo la buona prova contro il Catania, oggi pare avere qualche difficoltà in più.

Pagelle Juventus
BUFFON 6.5 : Quando è chiamato in causa si fa trovare pronto. Riesce a evitare un incredibile autogol su un retropassaggio di Ogbonna.
BARZAGLI 7: Il difensore bianconero è un muro. Dopo un turno di riposo si fa trovare pronto. Legge bene ogni situazione difensiva.
OGBONNA 6: A inizio incontro rischia di combinare una frittata con un retropassaggio che stava per beffare Buffon. Da li in poi il difensore bianconero disputa partita sufficiente.
CHIELLINI 6: Si addormenta su una discesa di Biabiany facendosi superare e rischiando di facilitare la rete ai gialloblù. Per il resto la sua gara è sufficiente , ma sbaglia qualche appoggio.
PADOIN 5.5: La sua fase offensiva è da rivedere. Quando deve difendere il risultato dimostra di essere più abile.
VIDAL 6: Inizia da mezz’ala, ma dopo poco Conte lo posiziona in cabina di regia. Il cileno fatica a creare gioco, ma la sua prova è comunque di carattere e cuore.
POGBA 6.5: Con la sua rete risolve una partita bloccata. Non è la sua migliore prestazione, ma il francese fa sentire eccome la sua presenza in campo.
MARCHISIO 5.5: Conte lo lascia in campo per 63 minuti, ma il Principino non entra in partita. I suoi proverbiali inserimenti mancano tanto alla manovra bianconera.
(PIRLO 6.5: All’inizio mancava assai ai bianconeri. Entra con lo spirito giusto e gioca molti palloni con estrema lucidità.)
ASAMOAH 6: Sulla sinistra fatica a sfondare e a saltare l’uomo, ma riesce a limitare abbastanza bene Biabiany.
GIOVINCO 6: In perenne lotta con l’arbitro Celi che effettivamente potrebbe tutelarlo un po’ meglio. Il suo impegno è sicuramente elevato, nello stretto l’intesa con Tevez è buona. Gioca parecchi palloni e potrebbe essere più incisivo.
(LLORENTE 6: Entra e poco dopo la Juve trova il vantaggio. Lo spoagnolo è quindi chiamato a siutare i compagni a mantenere il risultato e si impegna per farlo.)
TEVEZ 6: Il Parma si chiude in maniera ermetica e l’Apache fatica a trovare spazio. Riesce comunque a crearsi un occasione che mette i brividi ai ducali.
(QUAGLIARELLA 6.5: Recupera in breve tempo da un infortunio. Entra e dal nulla trova una delle sue conclusioni ad effetto che da il la al gol di Pogba. Nelle occasioni difficili l’attaccante juventino è quasi sempre una certezza.)
All. CONTE 6.5: La Juve fatica molto a fare gioco, probabilmente risente del turnover del tecnico leccese. I suoi cambi, però, decidono la partita.

Pagelle Parma: Mirante 6.5; Cassani 6; Lucarelli 6.5; Mendes 6.5 (Felipe 6); Biabiany 6.5; Gargano 6 (N. Sansone 6); Marchionni 6.5 (Obi n.g.); Parolo 6; Gobbi  5.5; Amauri 5.5; Cassano 5.5. All. Donandoni 6.5

Arbitro Celi: 6

A cura di Giovanni Battista Terenziani