L’Inter vince a Parma e stacca in classifica proprio gli emiliani nella corsa alla qualificazione per la prossima Europa League (leggi qui la cronaca del match). I nerazzurri hanno vinto una partita difficile, a tratti molto nervosa e caratterizzata dall’espulsione ad inizio secondo tempo del difensore emiliano Paletta. Mazzarri può essere felice per il risultato ma la squadra ha sofferto più del dovuto, con i ducali sempre pericolosi in fase offensiva. Handanovic (foto by Infophoto) ha ripetuto la strepitosa prestazione di Domenica scorsa contro la Samp, riuscendo a neutralizzare anche oggi un calcio di rigore. In difesa Samuel non è stato impeccabile mentre Rolando ha il merito di essere riuscito a trovare il gol che ha sbloccato la partita. Cambiasso si è confermato in un ottimo periodo di forma, le sue capacità tattiche impreziosiscono il centrocampo nerazzurro. Ancora bene Kovacic che in fase difensiva si è messo in mostra con importanti chiusure sulle ripartenze avversarie. In attacco Palacio (leggi qui le sue dichiarazioni prima del match) si è sacrificato a favore dei compagni mentre Icardi, pur sempre pericoloso, è apparso meno brillante del solito. La nota negativa si chiama D’Ambrosio: il laterale nerazzurro non ha convinto e nel secondo tempo è uscito sostituito da Zanetti. In casa emiliana c’e’ comunque soddisfazione vista la buona prestazione della squadra. Paletta è l’unico a dover recitare il “mea culpa” per la doppia ammonizione che ha costretto la sua squadra a giocare in 10 uomini per tutto il secondo tempo. Cassano, non in perfette condizioni fisiche, è stato comunque il fulcro degli attacchi emiliani ma il suo errore dal dischetto è una macchia non facile da cancellare. Direzione di gara buona quella del Signor Rocchi, nonostante le numerose proteste da parte di entrambe le formazioni sugli episodi più importanti.

Pagelle Inter

HANDANOVIC 8: semplicemente insuperabile: prima para con un intervento strepitoso un colpo di testa di Cassano e poi si supera ancora sull’attaccante barese in occasione del rigore neutralizzato.

CAMPAGNARO 6: sfrutta al meglio l’occasione concessagli causa infortuni e squalifiche. Preciso e puntuale, bada al sodo.

SAMUEL 5: dopo 5 minuti viene ammonito per un fallo da dietro su Cassano. Non contento causa, in maniera ingenua, il fallo da rigore a favore degli emiliani. Impossibile da salvare nonostante una prestazione di cuore e sostanza.

ROLANDO 6.5: 4 gol in campionato è un ottimo bottino per un difensore. Ha il merito di segnare il gol del vantaggio. Prestazione senza sbavature.

D’AMBROSIO 5: netto peggioramento per il laterale nerazzurro rispetto alla prestazione di Genova. Sempre in difficoltà non riesce mai a rendersi pericoloso.

(ZANETTI 6: rimette ordine e tranquillità nella zona precedentemente presidiata da D’Ambrosio)

HERNANES 6: alterna ottime cose a giocate molto lente ed imprecise. In ritardo dal punto di vista fisico ci mette comunque tanta volontà.

(GUARIN 6.5: il gol ritrovato può essere un’iniezione di fiducia in vista del finale di stagione)

CAMBIASSO 7: insieme ad Handanovic il migliore in campo. Perfetto in fase di copertura, pericoloso in fase offensiva è l’uomo in più del centrocampo.

KOVACIC 6.5: il ragazzo comincia a prendere fiducia. Buona qualità con la palla tra i piedi ma anche capacità di interdizione in fase difensiva.

NAGATOMO 6: regala l’assist a Guarin per il gol del 2-0, per il resto tanta corsa ma poca qualità.

ICARDI 5.5: sempre pericoloso pecca di precisione in un paio di circostanze. Meno brillante del solito.

(BOTTA S.V.)

PALACIO 6: prova poco la conclusione in porta ma è una spina nel fianco per la difesa emiliana. Una sua penetrazione porta all’espulsione di Paletta.

ALL. MAZZARRI 6: ottiene il secondo successo esterno consecutivo, come nella partita di Domenica scorsa la squadra però soffre troppo nonostante la superiorità numerica.

Pagelle Parma: Mirante 6; Cassani 6.5; Paletta 5; Lucarelli 6; Molinaro 5.5 (Schelotto S.V.), (Amauri 5.5); Gargano 5.5; Marchionni 6; Parolo 6.5; Biabiany 5.5; Cassano 6; Palladino 6 (Felipe 5.5). All. Donadoni 6

ARBITRO ROCCHI: 6.5