Continua a crescere la tensione legata alla crisi tra Ucraina e Russia, tanto che la stessa cerimonia delle Paralimpiadi di Sochi 2014 sta subendo un boicottaggio. Nessuna delegazione di Italia, Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia parteciperà alla festa d’apertura delle Paralimpiadi in Russia, programmata per stasera in presenza del presidente Vladimir Putin.

Gli atleti di Kiev, invece, hanno deciso invece di non abbandonare la manifestazione, lanciando un solo avvertimento: “Se succede quello che noi tutti temiamo, lasceremo i giochi”, parola del capo del comitato paralimpico ucraino Valeri Sushkevich.

Dmitri Peskov, portavoce del governo russo, ha commentato così le reazioni dei Paesi Occidentali: “Quello che ci rincresce in particolare è che nonostante tutti i tentativi del nostro presidente, la sua prontezza quotidiana di chiarire la posizione russa, ci imbattiamo in un muro di incomprensione. E questo è molto triste”.

Foto by InfoPhoto