Il Fifa Ballon d’Oro esce di scena e torna il Pallone d’Oro, esclusiva di France Football. Confermate le voci che da tempo circolavano in rete e sulla carta stampata.

STRADE SEPARATE

Le indiscrezioni raccolte dal Mundo Deportivo avevano generato un gran trambusto fino all’ufficializzazione della storica rivista francese. L’ambitissimo premio, assegnato al giocatore meglio distintosi nel corso dell’anno solare, era stato momentaneamente accantonato a causa della partnership stretta assieme al massimo organo del calcio internazionale. Alleanza nata nel 2010 che aveva unificato il Pallone d’Oro e il Fifa World Player.

DUOPOLIO INCONTRASTATO

Istituito un riconoscimento unico con modalità totalmente differenti rispetto alla sua assegnazione classica stabilita, fino a quel momento, dal magazine secondo il voto dei giornalisti. Un titolo consegnato dal 2010 in base al giudizio spettante ad allenatori e capitani di tutte le nazionali del mondo, oltre ad un giornalista per nazione. Metodo che ha favorito l’egemonia Messi-Ronaldo, escludendo ogni altro possibile vincitore, da cui il sorgere di alcune polemiche per alcune edizioni.

RONALDO CANDIDATO NUMERO 1 ALLA VITTORIA FINALE

La Gazzetta dello Sport scrive che la decisione è arrivata dopo un mese di trattative e lo stesso Gianni Infantino, presidente della FIFA dallo scorso febbraio, ha spinto per l’uscita dal Pallone d’Oro, tornando ad assegnare un premio proprio e analogo, come era stato fino al 2009 il FIFA World Player. A vincere l’ultimo Pallone d’Oro FIFA, nel 2015, Lionel Messi: è molto probabile che quest’anno lo conquisterà Cristiano Ronaldo, che nel 2016 ha fatto suoi sia la Champions League (con il Real Madrid) sia gli Europei (con il Portogallo). Altre candidature forti sono costituite da Bale, il trio blaugrana Messi, Neymar e Suarez, nonché Griezmann, sconfitto da CR7 negli atti conclusivi delle due grandi manifestazioni continentali. Durante la giornata di domani verranno svelati i dettagli della rinnovata 61esima edizione del premio.