Il Pallone d’oro 2015 se lo giocheranno Leo Messi, Neymar e Cristiano Ronaldo. Nulla da fare, dunque, per Luis Suarez, che non potrà festeggiare il premio a dispetto dei 40 gol realizzati con la maglia del Barcellona quest’anno.

Lionel Messi ha conquistato il Pallone d’Oro già quattro volte, Cristiano Ronaldo lo ha portato a casa tre volte. Per Neymar sarebbe la prima volta.

Neymar ha conquistato insieme a Messi la Champions League 2015, ma al contrario dell’argentino, frenato da un infortunio, ha avuto un inizio di stagione super: 14 gol nelle porime 12 partite di Liga.

Si giocheranno il titolo di miglior allenatore Pep Guardiola (vincitore della Bundesliga con il Bayern Monaco), Cesar Sampaoli (trionfatore in Copa America con il Cile) e Luis Enrique, che battendo la Juventus in finale ha regalato ai blaugrana l’ottavo triplete della storia del club catalano.

Non ci sono né Massimiliano Allegri, né Carlo Ancelotti,inizialmente inseriti nel novero dei dieci pretendenti.

Il premio Puskas, consegnato all’autore del gol più bello dell’anno solare, potrebbe finire tra le mani di un calciatore italiano, Alessandro Florenzi, nominato per il gol da centrocampo realizzato proprio contro il Barcellona all’Olimpico.

Il romanista contenderà il premio a Wendell Lira, che in marzo, quando indossava la maglia della Goianésia, ha messo a segno un gol in sforbiciata all’Atletico Goianiense.

Una bella favola per Lira, che quel gol (“un po’ rovesciata, un po’ colpo di kung fu”) lo ha messo a segno in untorneo equivalente alla nostra serie D, il campionato Goiano.

Terzo finalista il solito Lionel Messi per la rete siglata in finale di Coppa del Re all’Atletico Madrid, il 30 maggio scorso.