Tra pochi giorni, Franck Ribery (foto by InfoPhoto) completerà il suo 2013 da incorniciare, portandosi a casa anche il Mondiale per Club con il suo Bayern Monaco (o qualcuno crede al Raja Casablanca); eppure, anche questo trionfo potrebbe non bastare a garantirgli il premio individuale più ambito, il Pallone d’Oro, che da molte parti danno già per sicuro a Cristiano Ronaldo (anche se Messi…). Lo sa bene anche il francese, che, non a caso, ha approfittato di un’intervista concessa alla Bild per togliersi qualche pietra appuntita dalle scarpe:

Il prolungamento delle votazioni? E’ stata una cosa vergognosa, mai successo prima. Uno svantaggio per me, ma io resto tranquillo. La cerimonia? Non ho parlato con Ronaldo, non mi interessa se viene o no, per me è comunque un onore essere tra i primi tre e dunque è normale andarci

Una bella bastonata alla FIFA, dunque, colpevole di aver procrastinato la chiusura delle votazioni, favorendo di fatto il caldissimo Cristiano Ronaldo di queste settimane. Ma anche una doppia sberla al portoghese: non solo perché gli hanno tirato la volata, ma anche per il suo atteggiamento da primadonna che non si degna di partecipare a una cerimonia a meno che non sia lui l’incensato.