La FIFA ha appena reso noti i nomi dei tre finalisti del Pallone d’Oro 2013. Accanto al favorito numero uno della vigilia, Franck Ribery, e a quello che lo è diventato nel corso dell’ultimo mese, Cristiano Ronaldo, ecco stagliarsi la sagoma ingombrante di quello che il premio se lo porta a casa da quattro anni a questa parte, ovvero Leo Messi. Il suo anno non sarà stato onnipotente come al solito, e negli ultimi tempi si sono messi di traverso pure gli infortuni, ma evidentemente la Pulce Mannara, già fresca di Scarpa d’Oro, continua a far presa nell’immaginazione di colleghi, allenatori e giornalisti.

L’assegnazione ufficiale del più prestigioso premio individuale del calcio è in programma per il 13 gennaio 2014 a Zurigo, e vedrà la partecipazione anche di CR7. Un particolare non di secondo piano, visto che il portoghese aveva prima annunciato di voler disertare la cerimonia, dopo l’incresciosa polemica generata da Blatter: un ripensamento che, per i più maliziosi, significa la certezza, o quasi, di poter alzare il Pallone d’Oro in faccia all’odiato svizzero e al suo protégé argentino.