“Se non trovo chi mette dentro 15 milioni di euro non ci sono i soldi per finire il campionato”. Maurizio Zamparini lancia l’allarme per il suo Palermo.

INTERESSE CINESE

Il patron rosanero è da tempo in trattativa con un fondo cinese, ma un accordo definitivo va ancora trovato: “Non possiamo ancora dirci sicuri – il commento rilasciato ai microfoni dell’emittente siciliana TRM Web – ma mi auguro che si possa chiudere presto”. In base a quanto sostiene il numero uno dei siciliani, la situazione del club è tutt’altro che rosea: “In questa società ho investito oltre 100 milioni di euro, ma a causa della crisi che vivono tutti gli imprenditori ora non ne ho più. Se non faccio plusvalenze a fine stagione il club non può andare avanti”. Ecco dunque che le cessioni diventano fondamentali per la sopravvivenza: “Se non vendevo Dybala e Belotti l’anno scorso avremmo avuto 40-50 milioni di perdite”.

L’ULTIMATUM

Durante la trasmissione TgMed Sport XL, Zamparini ha messo poi tutti in guardia: “Se quest’anno non trovo chi mette dentro 15 milioni non ci sono soldi per finire il campionato. Sto diventando matto per trovarli ma li troverò”. Ed è qui che entrano in gioco i cinesi, con i quali è da tempo in trattativa per la cessione di una fetta importante della società: “È un fondo di stato – conferma – Il mio referente è una società di Londra presieduta da un cinese, ma sono tenuto alla riservatezza per cui niente nomi. In ogni caso a fine ottobre avremo un altro incontro”. Comunque vada a finire, l’addio alla presidenza del Palermo sembra solo questione di tempo: “Di calcio non ne posso più, ma devo comunque trovare chi mi sostituisca in maniera degna per evitare che il Palermo faccia la fine del Venezia quando me ne sono andato io”.