Fino alla 12a giornata di Serie A aveva resistito alla propria irrefrenabile voglia di esternare opinioni, verità, situazioni, vissuti di vario genere, ma poi dopo l’esonero di Iachini e la reazione contrariata dei tifosi rosanero, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini non ce l’ha più fatta e ha sbottato, impetuoso come sempre, durante la trasmissione di Cruciani La zanzara su Radio 24: “Mi sono veramente rotto i c…, moltissimo. E da tanto. Se trovo qualcuno che compra, vendo subito. Sono il presidente di una società e loro (i tifosi, ndr) devono rispettare la società. In Italia i calciatori sono considerati dipendenti per una legge stupida“.

Zamparini se la prende addirittura con il sistema-lavoro del mondo del calcio: “Dipendenti da un milione, due milioni, tre milioni all’anno di stipendio. Dovrebbero essere liberi professionisti, come negli Stati Uniti. Ma da noi sono considerati come gli operai della Standa. Prima o poi questa cosa andrà cambiata. Ora Iachini, poverino, resterà a casa completamente pagato. Ci dovrebbe essere un contratto diverso, con una penale“.

Amareggiato, oltre che adirato, rivela una situazione giunta all’esasperazione: “In famiglia mia moglie e mia figlia non ne possono più, vogliono che lasci il calcio al più presto“. Poi il numero uno rosanero torna all’invettiva contro i giocatori bersagliando Maresca e Vazquez che dopo l’esonero di Iachini ha detto la sua sui social network. “Tutta la squadra è con me, a parte un giocatore e mezzo. Uno è Maresca, il mezzo è Vazquez. Ma d’ora in poi prima di parlare o scrivere i giocatori dovranno chiedere l’autorizzazione della società. Maresca è un ignorante, dovrebbe informarsi prima di parlare. Ha detto delle cavolate, delle str… Non è vero che grazie a Iachini ho guadagnato 60 milioni“.

Nel prosieguo della trasmissione il soliloquio del presidente diventa una sorta di Zamparini contro Maresca “Iachini mi ha fatto perdere dei soldi. L’anno scorso abbiamo chiuso con un bilancio a meno 23 milioni. Quest’anno abbiamo chiuso alla pari perché abbiamo incassato 30 milioni dalla Juventus per Dybala. Maresca è proprio un ignorante, si deve informare. Pensasse a quanto guadagna lui, 500 mila euro netti alla sua età, pensi a quello e non ai bilanci del Palermo e si informi prima di parlare“. “Maresca – prosegue Zamparini – prenderà il massimo della multa. Il cretino sono io, i giocatori invece sono dei privilegiati, meritano delle pedate nel sedere. Vazquez guadagna 800mila euro all’anno. Uno non può dire certe str… sulla società a questo livello, si informi guardando i bilanci del Palermo. Non possono dire che mi sono arricchito“.

Poi però, raffreddati un po’ i bollori, Zamparini torna ad analizzare gli aspetti professionali: “La prestazione tecnica è diversa rispetto alla str… che ha detto. Io a Maresca e ai miei giocatori voglio bene lo stesso. Gli tiro le orecchie e gli dico ‘tu le cavolate non le devi dire più e basta’ ”. Poi la precisazione su Iachini: “Ha vinto l’ultima partita, è vero, ma se il Chievo vinceva 4-1 non c’era niente da dire. Il Chievo ha avuto 5 palle gol clamorose. Ho mandato un messaggio al mio allenatore a fine partita: sei sceso in campo nel modo peggiore da quando ti conosco, gli ho detto, ma hai riacquistato una bella cosa, il fondo schiena, il culo. E lui non ha risposto nulla”.