Walter Novellino esonerato, Davide Ballardini torna sulla panchina del Palermo. Non c’è proprio pace per la panchina rosanero, che vede un nuovo avvicendamento, l’undicesimo di questa stagione. Un record anche per un mangiallenatori come Zamparini.

L’ex tecnico del Genoa firmerà un contratto fino a giugno 2017. A lui toccherà risollevare le sorti di una squadra precipitata in zona retrocessione con 28 punti.

Tanti quanti il Carpi, uno in più del Frosinone penultimo, solo sei di vantaggio sul Verona che occupa il fondo della classifica.

Disastroso il cammino di Walter Novellino: sconfitta casalinga col Napoli, pari esterno con l’Empoli e quindi due sconfitte consecutive. Quella col Chievo Verona di una settimana fa e quella di ieri in casa con La Lazio, caratterizzata da una doppia sospensione a causa di lanci di petardi da parte della tifoseria rosanero.

Tocca di nuovo a Ballardini. Allontanato per fare posto a Schelotto, costretto a fare le valigie per una grottesca vicenda legata al mancato conseguimento del patentino valido per i campionati europei (e affiancato prima da Viviani e poi da Tedesco), il tecnico ha a disposizione solo sei partite per tirare fuori la squadra dalle secche della classifica.

Il primo scoglio è già proibitivo: trasferta a Torino contro la Juventus. Buona fortuna mister Ballardini, ne avrà bisogno.