Palermo-Napoli 0-1 ed azzurri che con cinismo restano in scia della Juventus e rintuzzano l’attacco della Roma al secondo posto.

La squadra di Sarri è molto pratica al Renzo Barbera. Contro i rosanero, alla prima con Novellino in panchina, vanno in vantaggio con un rigore siglato dal solito Gonzalo Higuain e poi gestiscono la partita con un impressionante possesso palla, collezionando, di tanto in tanto, occasioni per il raddoppio, sprecate da Insigne e dallo stesso attaccante argentino.

Dopo 2′ il Napoli potrebbe già passare con Insigne. L’esterno d’attacco napoletano raccoglie una smanacciata di Sorrentino su cross di allan, sparando sul portiere del Palermo che respinge in angolo.

Al 12′ ancora Napoli pericloso, due cross consecutivi in area, di Insigne e Callejon, non tovano la deviazione vincente.

Al 22′ il gol del vantaggio azzurro. Calcio d’angolo, Albiol viene trattenuto da Andelkovic e rocchi fischia il rigore. Dal dischetto Higuain è implacabile per l’1-0 che deciderà il match.

Il Napoli a questo punto gestisce la gara con il suo classico possesso palla. Il Palermo colleziona l’unica occasione da rete sul finire del primo tempo. Tiro a giro di Vazquez e bella prata di Reina, costretto a rifugiarsi in calcio d’angolo.

Nella ripresa due occasioni limpide per gli azzurri. La prima è di Insigne, che, tutto solo in area, gira a rete un morbido lancio di Jorginho, ma trova la deviazione di Sorrentino.

Higuain, poi, fila via sulla destra, ma davanti a Sorrentino tenta un imporobabile cucchiaio.

Finisce così, Palermo-Napoli 0-1. Nel prossimo turno gli azzurri cercano l’appoggio delle altre per migliorare la propria classifica. Napoli-Genoa, Torino-Juventus e Roma-Inter. Sarri potrebbe vivee una domenica da leoni.