L’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell’Alessandria ha lasciato, come previsto, pesanti strasichi in casa Palermo. Oggi è arrivata la comunicazione dell’esclusione di tre calciatori dalla rosa: Vincenzo Maresca, Fabio Daprelà e Luca Rigoni.

Una decisione annunciata ieri da Maurizio Zamparini, che al termine della partita con i piemontesi si è scagliato contro i calciatori, definiti “Indegni e “vergognosi”, per poi prmettere: “prenderemo provvedimenti”. Parola mantenuta oggi.

Stamane Zamparini ha avuto un faccia a faccia con il tecnico Davide Ballardini, quindi ha proceduto alla epurazione. Maresca, Daprelà e Rigoni sono da oggi esclusi dal gruppo rosanero. I tre non saranno più convocati per le partite, ma potranno continuare ad allenarsi con il resto della squadra.

Tra Zamparini e due dei calciatori finiti fuori rosa (Maresca e Rigoni) non correva buon sangue da tempo. Maresca era stato definito “ignorante” da Zamparini per il parere negativo espresso rispetto all’esonero di Iachini, Rigoni lunedì si era beccato un “vecchio” all’indomani della sconfitta casalinga contro la Juventus.

“Abbiamo una squadra giovane, ma anche dei vecchi in panchina come Maresca e Rigoni”, le parole di Zamparini in una intervista rilasciata a Radio Anch’io Sport.

Parole che hanno parecchio infastidito l’ex Chievo, che su Instagram ha pubblicato il disegno di un vecchietto con la didascalia: “Prendermi dell’anziano a 30 mi mancava .. Bel risveglio stamattina .. Oltre alla febbre anche queste dichiarazioni”.

Ieri il Palermo è uscito sconfitto per 3-2 dall’Alessandria nella gara valida per il quarto turno di coppa Italia. Grigi in vantaggio con Loviso su calcio di rigore al 4’, raddoppio di Marconi al 21′, per il Palermo accorcia Trajkovski al 10’ della ripresa, nel finale segnano ancora Nicco per gli ospiti e Gilardino.