L’Inter torna a Milano solo con 1 punto dalla trasferta di Palermo: 1-1 il risultato finale in una partita che ha visto i nerazzurri in grossa difficoltà soprattutto nella prima frazione di gioco. Il gol dei rosanero arriva grazie ad un grave errore di Vidic, il difensore serbo perde il pallone in area di rigore e permette a Vazquez di portare in vantaggio i suoi. L’unica nota lieta della serata per Walter Mazzarri si chiama Mateo Kovacic: il numero 10 nerazzurro (foto by Infophoto) è l’unico che prova a creare gioco ed ha il merito di trovare il gol del pareggio nel momento peggiore della Beneamata. Inter apparsa lenta ed impacciata con Icardi ed Osvaldo troppo statici in area  di rigore avversaria e mai alla ricerca del pallone. La difesa è stata sorprendentemente insicura e timida nel giro palla. Medel è stato l’unico a correre in mezzo al campo e recuperare palloni importanti per avviare l’azione. Nel Palermo ottime le prestazioni di Vazquez e Dybala ma in generale tutta la squadra ha giocato bene sapendo fronteggiare al meglio gli avversari. L’arbitro della partita, il Signor Valeri, non è parso all’altezza del match annullando un gol regolare ai nerazzurri e in generale scontentando entrambe le squadre con una serie di decisioni quantomeno dubbie.

Pagelle Inter

HANDANOVIC 6.5: incolpevole sul gol di Vazquez, salva il risultato in un paio di circostanze.

RANOCCHIA 6: non una delle sue migliori serate ma non commette errori gravi.

VIDIC 5: da lui non ci si aspetta un errore così. Da vero leader è bravo a rialzare la testa e giocare come è capace.

JUAN JESUS 5.5: timido, lento e poco concentrato gioca una partita al di sotto delle sue possibilità.

( 65′ HERNANES 5: Mazzarri lo inserisce per cambiare marcia ma il brasiliano appare ancora lento e in difficoltà)

D’AMBROSIO 5.5: comincia bene ma con il passare dei minuti soffre gli attacchi avversari non riuscendo a essere pericoloso in fase offensiva.

( 56′ DODO’ 6: prova a fare qualcosa nel deserto di idee nerazzurre ma i compagni lo aiutano poco)

GUARIN 5.5: discontinuo e poco avvezzo al gioco di squadra. Si rende pericoloso in attacco ma alterna momenti di nulla assoluto.

MEDEL 6.5: la sua pagnotta la porta sempre a casa, grinta e corsa per un centrocampo che ha bisogno di lui come il pane.

KOVACIC 7: la luce nel buio nerazzurro, trova il gol del pareggio ed è l’unico che prova a creare gioco.

( 79′ PALACIO S.V.)

NAGATOMO 5: paurosi svarioni difensivi rischiano di costare caro ai nerazzurri, in fase offensiva meno brillante del solito.

OSVALDO 5.5: spesso anticipato dagli avversari e poca voglia di andare a prendere il pallone. Sorrentino gli nega il gol a tempo scaduto con un’ottima parata.

ICARDI 5: Valeri gli nega il gol per posizione di fuorigioco dubbia ma da lui ci si aspetta molto di più.

ALL. MAZZARRI 5: va bene la trasferta di giovedì a Kiev ma la squadra appare lenta, stanca e con poche idee. E’ stato lui il primo a dire che questa rosa può competere su 3 fronti, adesso i tifosi chiedono i risultati.

Pagelle Palermo: Sorrentino 7; Andelkovic 6, Terzi 7, Feddal 5.5, Morganella 6, Bolzoni 6 (21′ st Belotti 6.5), Rigoni 6.5, Barreto 6, Lazaar 6.5 (29′ st Daprelà S.V.), Vazquez 7 (38′ st Quaison S.V.), Dybala 6.5. All. Iachini 7.

ARBITRO VALERI: 5