L’Inter pareggia in casa del Palermo nel posticipo della 3. giornata di Serie A: 1-1 il risultato finale grazie alle reti di Vazquez al 3′ (grave errore di Vidic) e Kovacic al 42′. Inter lontana parente della squadra vista nelle ultime uscite contro Sassuolo e Dnipro: i nerazzurri hanno pagato la rete subita nelle battute iniziali del match e non sono mai riusciti a dare continuità ai propri attacchi. Bene il Palermo che ha saputo aggredire gli avversari nella prima frazione e soffrire nella ripresa quando l’Inter ha provato a cambiare marcia. Mazzarri dovrà valutare bene questa prestazione: il primo tempo è stato decisamente il più brutto della stagione mentre la ripresa ha visto la squadra provare ad attaccare lasciando però troppi spazi al possibile contropiede rosanero. Con questo pareggio i nerazzurri si portano al 6° posto in classifica con 5 punti mentre il Palermo sale a 2 punti in 16° posizione.

Mazzarri (foto by Infophoto) sceglie Guarin al posto di Hernanes con Osvaldo ad affiancare Icardi: appena iniziata la partita il Palermo si porta in vantaggio: grave errore di Vidic che perde il pallone in area di rigore e permette a Vazquez  di superare handanovic con un facile tocco sotto la traversa. L’Inter sembra scossa dalla rete concessa mentre il Palermo prende coraggio e aggredisce i portatori di palla avversari neutralizzando qualsiasi azione nerazzurra. Al 15′ ancora Vazquez per poco non sigla il raddoppio mentre al 21′ Terzi da buona posizione spara alto. L’Inter non sembra essere scesa in campo, Mazzari in panchina sembra una furia ma per vedere il primo tiro dell’Inter bisogna aspettare il minuto 32 quando Guarin per poco non sfiora il gol. Nel buio più totale del gioco nerazzurro ci pensa Kovacic al 42′ a salvare l’Inter: con un tiro a girare rasoterra supera Sorrentino e regala l’insperato pari ai suoi. La Beneamata sembra risvegliarsi dal lungo letargo ed al 45′ Vidic segna ma l’arbitro annulla giustamente per una posizione irregolare di Osvaldo giudicata attiva.

Nella ripresa ci si aspetta un’Inter più pimpante ma al 46′ Juan Jesus rischia un clamoroso autogol che solo un grande intervento di Handanovic evita.  Il Palermo con il passare dei minuti cala di intensità e l’Inter prova ad aproffittarne con Icardi che mette in rete su sponda di Vidic ma l’arbitro annulla per un furigioco questa volta più che mai dubbio. I nerazzurri cercano di accelerare ed al minuto 59 Guarin per poco non porta in vantaggio i suoi.  L’Inter controlla la partita ma è il Palermo ad essere costantemente più pericoloso: al 73′ Vazquez colpisce la traversa ed un minuto dopo spreca da ottima posizione. L’Inter  esce nuovamente dalla partita, il Palermo crea ma non sfrutta e proprio al 93′ Osvaldo di testa sembra avere la palla della vittoria ma una strepitosa parata di Sorrentino chiude il match in parità.

Inter brutta, stanca e con poche idee: 5 punti in 3 giornate sono davvero pochi se si considera che le avversarie Torino, Palermo e Sassuolo lotteranno per ben altri obiettivi rispetto ai nerazzurri. Mercoledì si torna in campo a Milano per il turno infrasettimanale contro l’Atalanta: vincere è già un obbligo. I tifosi vogliono vedere un’Inter brillante e divertente, esattamente il contrario di quella vista questa sera.

LEGGI ANCHE

PALERMO-INTER 3.A GIORNATA: VIDIC “STIAMO LAVORANDO BENE, VOGLIAMO LA CHAMPIONS”

DNIPRO-INTER EUROPA LEAGUE: D’AMBROSIO-GOL REGALA LA VITTORIA AI NERAZZURRI