Zamparini ci ha abituati ai cambi in panchina, ma stavolta rischia di esagerare togliendo nuovamente la guida a Iachini e riaffidandola a Davide Ballardini.

Decisione clamorosa, ma che pare farsi di ora in ora più concreta, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni del numero uno rosanero.

Come nel suo stile, Zamparini non le ha mandate certo a dire e dopo la sconfitta con l’Inter ne ha dichiarate di tutti i colori. “Il gioco di Iachini non mi piace, non sono d’accordo con le sue idee tattiche in maniera assoluta. Il Palermo deve imparare da realtà come Frosinone o Carpi“.

E ancora: “Oggi mi sono fatto dare il monte ingaggi di Carpi e Frosinone. 5-6 milioni in tutto. Quello del Palermo? Arriviamo a 35 milioni. Ma so anche che i calciatori non si vergogneranno, perché i calciatori sono fatti così, pensano solo ai guadagni che possono ricavare”.

Bordate incredibili, a squadra ed allenatore. Tutto qui? ovviamente no. Il Palermo è atteso dalla sfida al Napoli, lanciato verso l’inseguimento alla capolista Juventus. Zamparini prevede un esito scontato: “Perdiamo 5-0″.

Il tutto, mentre sul sito ufficiale del club rosanero appare una lettera di ringraziamenti nei confronti dell’ennesimo ex allenatore, Guillermo Barros Schelotto.

Oggi è previsto un summit tra Zamparini e Iachini. Cosa ne verrà fuori? Tutto può accadere, quel che è certo è che Maurizio ha pronunciato la frase che fa preludio all’esonero. “Ho paura di andare in serie B”.

Ballardini, che tra l’altro si è lasciato malissimo con alcuni elementi della rosa, è pronto al rientro, mentre la tifoseria è sul piede di guerra. In occasione della gara con il Napoli potrebbe andare in scena l’ennesima contestazione.