Lo sfogo di Osvaldo ai danni del compagno di reparto Icardi al termine del derby d’Italia Juventus-Inter ha fatto innervosire sia mister Mancini che i piani alti della società, che lo hanno messo letteralmente alla porta. Il giocatore era ai ferri corti con il club meneghino già da diverso tempo, da quando l’attaccante italo-argentino ha perso il posto da titolare, ma a confermare ulteriormente il malcontento generale del numero 7 è l’ultimo allenamento, svolto in solitaria, e la mancata convocazione per la gara di campionato contro il Genoa.

L’oriundo potrebbe svestire la maglia nerazzurra già a partire da gennaio, ma l’intenzione è quella di restare nel calcio che conta, in Italia, oppure, in alternativa, in Liga. Il club da tempo interessato a tesserare Osvaldo è il Boca Juniors, destinazione che il giocatore apprezza ma che ha fatto sapere accoglierà solamente in un prossimo futuro. L’ex attaccante di Roma e Juventus non vuole tornare nemmeno al Southampton, club che detiene ancora il cartellino del giocatore e che lo ha ceduto in prestito all’Inter con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro, pagabile in tre anni.

Alla luce dell’evidente separazione in casa fra Osvaldo e Inter, gli agenti di mercato dei club italiani sono in fermento e si stanno già muovendo per accaparrarsi l’attaccante, che potrebbe passare dunque in un altro club italiano sempre con la formula del prestito dal Southampton. Secondo alcune indiscrezioni, il primo club ad essersi fatto avanti è il Milan, ma all’orizzonte ci sono anche la Fiorentina, decisamente in emergenza nel reparto offensivo, il Torino e la Juventus, che sta alla finestra in attesa della (sempre meno probabile) partenza di Giovinco.