Aurelio De Laurentiis è intervenuto sull’operazione fuorigioco, la maxi-inchiesta che vede coinvolti, oltre al presidente del club partenopeo, anche Adriano Galliani e Claudio Lotito.

Per il presidente del Napoli non ci sono dubbi. “Si tratta di fuffa”, le parole del produttore cinematografico a margine della presentazione, a Roma, del film ‘L’abbiamo fatta grossa’.

Un titolo evocativo di una vicenda che però, assicura De Laurentiis, non riguada né lui, nè, di conseguenza, il Napoli. “Sono super tranquillo, Si tratta di una storia vecchia. Poi ci vi mette voi giornalisti ad inventare le cose”.

L’inchiesta è partita nel 2012, anno in cui la Guardia di Finanza prelevò all’interno della sede del club partenopeo, i contratti di Ezequiel Lavezzi e del semisconosciuto attaccante argentino Cristian Chavez.

Sul caso è intervenuto anche Giovanni Malagò. Il presidente del Coni ha chiesto di far luce sulla vicenda quanto prima. “Non è detto che ogni inchiesta debba arrivare a dei colpevoli. Certo però che ogni volta che siamo in presenza di un’inchiesta che riguarda il calcio, questo sport subisce un danno d’immagine. Ora serve chiarezza e spero che questa inchiesta sia utile a portare luce sull’intera vicenda”.

Gioca a nascondino il presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio: “Non posso commentare cose che non conosco”.

All’epoca gli inquirenti parlarono di un “fenomeno generalizzato” nel calcio italiano, ovvero la “progressiva ed esasperata” lievitazione degli ingaggi dei calciatori.