Unica compagine italiana rimasta nelle competizioni europee, la Juventus batte 1-0 l’Olympique Lione allo Stade de Gerland nella gara di andata dei quarti di finale di Europa League. Risultato fondamentale in vista del ritorno a Torino. Ottima prova di Giovinco. Subentra a Osvaldo ed è frizzante e iperattivo. Delizia con giocate importanti e dispensa buoni assist e cross. Bravo anche Bonucci che con una zampata vincente regala il successo ai bianconeri dedicando poi la rete a un giovane amico scomparso recentemente. Non brillano Osvaldo e Pogba.

Pagelle Juventus

BUFFON 6.5: festeggia nel migliore dei modi la sua presenza numero 700 tra i professionisti con le squadre di club. Non subisce reti e si rende protagonista con due buone parate su Malbranque e Briand. Highlander.

CACERES 6: con qualche apprensione, buona velocità e un po’ di mestiere riesce a fermare Lacazette. Sempre sul pezzo, si prodiga per impedire il gol ai lionesi.

BONUCCI 6.5: con Malbranque che non molla Pirlo neanche nell’intervallo, spetta a lui il compito di impostare. Dal suo piedino sempre educato quest’oggi non escono lanci perfetti, ma è comunque protagonista. Nella ripresa decide il match grazie a una scorribanda nell’area lionese e una ‘pedata’ poco elegante, ma molto efficace. Bella la dedica del gol a un giovane amico scomparso lunedì.

CHIELLINI 6.5: dopo un primo tempo non esaltante si riscatta nel secondo, dove è preciso nelle chiusure e, almeno in un caso, provvidenziale. Prova a rendersi pericoloso anche in fase offensiva, ma con esiti negativi. 

ISLA 5.5 ha una buona occasioni trovandosi a tu per tu con Lopes. E’ vero, sfruttarla non era così semplice, ma si poteva fare di più. Sulla corsia di destra corre e macina chilometri, tuttavia pare abbastanza impreciso.

(LICHTSTEINER 5.5: non sembra entrare con lo spirito giusto. Sbaglia qualche appoggio di troppo.)

MARCHISIO  6: lotta e combatte a centrocampo. Prova a inserirsi e rendersi pericoloso dalle parti di Lopes, ma con riusultati non esaltanti.

PIRLO 6: braccato da Malbranque che non gli lascia spazio neanche per respirare, ha grande difficoltà a farsi trovare libero dai compagni. Nonostante questa fastidiosa e sgradita guardia del corpo riesce a inventare un favoloso assist per Carlitos Tevez che però non ce la fa a trovare la via del gol.

POGBA 5.5: il giocatore tanto nominato nel calciomercato questa sera non brilla. Sbaglia alcuni controlli molto semplici per un giocatore con le sue doti. Fallisce anche qualche appoggio che potrebbe dare il la a pericolosi contropiedi lionesi. Appare abbastanza stanco. Forse le tante sirene di mercato lo stanno anche distraendo leggermente. Svagato.

ASAMOAH 6: prova a spingere con continuità, ma ha qualche impedimento a saltare l’uomo. E’ uno dei giocatori più utilizzati da Conte, ma non pare sentire troppo la fatica. Corre su e giù per la corsia senza eccessive difficoltà aerobiche. Subisce anche un duro colpo al ginocchio, ma è solo una botta.

TEVEZ 5.5: il tanto atteso Carlitos questa sera non stupisce. Assolutamente perdonato. Una delle rarissime prove non brillanti dell’Apache bianconero. Prosegue il suo incredibile digiuno europeo. Il prossimo 9 aprile saranno 5 anni. Troppi per un bomber come lui. Nella ripresa esce per un fastidio all’adduttore, ma con un tweet tranquillizza tutti.

(VUCINIC 6: entra con lo spirito giusto. Lavora bene per la squadra con sponde e appoggi per i compagni. Cerca di rendersi pericoloso e sfiora la rete poco prima del vantaggio firmato da Bonucci. Positivo. Dopo i pochi minuti giocati a Napoli, ieri sera il suo ritorno dall’infortunio pare avere preso la giusta direzione.

OSVALDO 5: non brilla. Peccato perchè le sue doti sono eccezionali, ma in bianconero non riesce a esprimerle. Conte crede in lui. Bisogna dargli tempo, ma anche oggi pare un ectoplasma.

(GIOVINCO 6.5: l’aria europea lo risveglia dal torpore. Entra e da la scossa alla squadra. E’ frizzante e salta l’uomo con buona disinvoltura. Dispensa ottime giocate e si rende davvero utile alla squadra con cross e assist interessanti.  Si becca con Lopes che reagisce ingiustificatamente a un suo normalissimo fallo e viene ammonito. Fresco e frizzante come una l’aria d’inizio primavera.

All. Conte 6: la Juve vince da grande squadra. Fatica a trovare i giusti spazi anche per una buona fase difensiva degli avversari. Ha pazienza. Attende il momento giusto, nella ripresa alza il ritmo e trova una rete importantissima in ottica qualificazione.

Pagelle Olympique Lione:  Anthony Lopes 6.5; Tolisso 5.5; Bakary Kone 5.5; Umtiti 6.5; Bedimo 6; Ferri 6; Gonalons 6; Mvuemba 6; Malbranque 6.5; Briand 6 (N’Jie n.g.); Lacazette 5.5 (Gomis n.g.). All Garde 6.

ARBITRO COLLUM: 6